DOT penumatici: cosa significa?

Quando si comprano gli pneumatici per l’auto non è saggio dare per scontato che si tratti di un prodotto effettivamente nuovo. Per accertarsi che si tratti davvero di gomme nuove, infatti, è importante saper leggere il DOT sugli pneumatici, ossia la sigla che attesta la data di produzione di ogni gomma.

Pneumatici nuovi: i parametri dello statuto UNI 11061

Per stabilire se gli pneumatici sono effettivamente nuovi è importante tenere in considerazione lo statuto UNI 11061. All’interno di questo regolamento è possibile leggere le regole precise che attestano l’effettivo stato di non usura delle gomme a partire da parametri che riguardano caratteristiche come l’umidità, la luce ma anche la temperatura a cui sono esposte le gomme.

Alla luce di quanto sostenuto dall’associazione dei produttori di gomme, i parametri stabiliti nel regolamento UNI 11061 sono fondamentali per stabilire l’effettivo stato delle gomme e, qualora questi rientrino negli standard fissati dal regolamento, le gomme si possono considerare nuove anche dopo tre anni dalla produzione effettiva da parte della casa madre.

DOT penumatici

DOT pneumatici: perché è importante questa sigla?

Per legge, i produttori di gomme hanno l’obbligo di incidere sul prodotto la data di produzione delle stesse. In genere, questa data viene incisa sul lato della gomma ed è composta da 4 numeri. I primi due numeri fanno riferimento alla settimana dell’anno in cui è stato prodotto lo pneumatico, mentre le ultime due cifre si riferiscono all’anno in cui cade la settimana in questione.

Per legge, questi numeri che indicano la data di produzione degli pneumatici sono anticipati da una piccola sigla scritta in maiuscolo, DOT, che sta per Department of Transportation. Questa sigla sta ad indicare che gli pneumatici sono stati realizzati secondo i criteri imposti dalla legislazione americana.

In media, gli pneumatici nuovi sono garantiti per 5 anni dal momento dell’acquisto da parte del consumatore. In alcuni casi, però, la garanzia si estende a 10 anni e in altri ancora, può essere a vita. Per garanzia a vita si intende un’usura del battistrada di almeno 1,6 mm.

Quello che non tutti sanno è che gli pneumatici possono invecchiare anche quando non vengono usati. Se sottoposti ad un lungo periodo di immagazzinamento, per esempio, gli pneumatici possono consumarsi per l’effettiva umidità sia in estate che in inverno.

Per questo motivo, molti produttori preferiscono mescolare i materiali tradizionali con speciali sostanze chimiche che favoriscono il mantenimento delle gomme per periodi di tempo molto lunghi, anche prima di essere installate sotto un’auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.