Come arredare una caffetteria?

Benvenuti nella nostra guida tematica dedicata a come arredare una caffetteria.

Contenuti della guida:

Arredare una caffetteria

Le caffetterie nascono qualche secolo dopo la commercializzazione del caffé, importato in Europa dall’Africa e dall’Oriente.

Nel XVIII secolo le maggiori città d’Europa furono investite dal fenomeno dei caffé, intesi come circoli culturali e bar in cui si incontravano i letterati e i filosofi del tempo per discutere di ogni argomento.

Come arredare una caffetteria

Oggi il caffé inteso come salotto culturale non è molto diffuso in Italia, è stato sostituito però dal classico bar. Accessibile a tutti, in cui è possibile consumare caffé appunto, cioccolate e cappuccini, accompagnati da pasticcini da tè.

Il bar classico è generalmente arredato con il legno, meglio se scuro, e ricco di elementi classicheggianti soprattutto nelle forme.

Ultimamente sta prendendo piede una forma di bar con un arredamento più moderno, le cui funzioni e servizi restano le stesse, cambia però l’arredo che vede prevalere l’acciaio e la plastica.

Esso è dotato anche di servizi aggiuntivi come la tabaccheria e la ricevitoria vicino alla cassa.

Catene

Alcune catene di bar, formatesi pian piano con un successo sempre in crescita, hanno esportato il proprio nome anche fuori dall’Italia.

Soprattutto negli Stati Uniti dove la cucina italiana è sempre ben accetta, ampliando i normali servizi da bar a dei veri e propri ristoranti.

Nella stagione estiva inoltre è possibile, quando lo spazio circostante lo permette, disporre i tavolini all’esterno del bar. Preferito da chi non sopporta l’aria condizionata o se ci si trova davanti a un bel paesaggio.

La consumazione fatta al tavolo costa leggermente di più rispetto a quella al bancone, perchè ovviamente si paga il servizio.

Le caffetterie solitamente hanno prezzi accessibili per tutti.

Un po’ più alti se i locali sono situati in centro o se sono locali “storici”, come il bar caffetteria Cantù a Roma, appartenuto con un’altra gestione all’attore Franco Franchi. O anche il Caffé degli specchi a Trieste, inaugurato nel 1839.

La situazione cambia notevolmente per i locali situati in zone turistiche. Qui cui gestori alle volte fanno arrivare i prezzi alle stelle, fiduciosi che i turisti in vacanza allentino un po’ il controllo delle finanze di famiglia!

In questo caso l’arredo bar conta meno, dato il flusso obbligato di clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.