Come aprire un car-wash (autolavaggio self service)?

E in Italia, come altrove, se a gestirlo è una donna, i clienti raddoppiano. Il motivo? Uno dei principali è che la donna è molto più precisa e attenta ai dettagli rispetto ai “colleghi” uomini.

Cosa serve per aprire un car-wash

Avere un automobile pulita è un’esigenza comune a tutti, e per questo la metà degli italiani si rivolge ad un autolavaggio self service. L’auto esige una cura continua ed una attenta manutenzione, e quindi anche l’impianto di lavaggio deve essere il più pulito e ordinato possibile.

E’ importante offrire ai clienti un’ampia scelta di prodotti specifici, che vanno dallo spray per i vetri al lucido per le gomme. Insomma, deve trattarsi di un vero e proprio servizio di “make up” per l’auto.

Un impianto di media grandezza ha bisogno di una superficie di circa 1.550 metri quadrati, suddivisi in almeno tre box per il lavaggio della carrozzeria, area per la pulizia interna e dei tappeti e, infine, spazio libero per le ultime operazioni. Meglio aprire l’attività in una zona che conti almeno 10 mila abitanti, vicino ad un centro industriale o commerciale, con un forte passaggio automobilistico.

Gli adempimenti amministrativi

Per aprire un’attività di questo tipo bisogna presentare all’ufficio tecnico del Comune un progetto che descriva lo smaltimento delle acque utilizzate e la loro bonifica attraverso gli impianti di depurazione, una dichiarazione di conformità dei macchinari, un permesso di scarico delle acque e una valutazione di impatto acustico. Dopo che la proposta è stata approvata, ci si iscrive al Registro delle imprese della Camera di Commercio, e quindi si apre la partita Iva.

L’investimento, comunque, è abbastanza impegnativo: l’acquisto e l’installazione di un buon impianto costa sui 200.000 euro. Per le spese annuali fisse (tra eventuale leasing, affitto del terreno e altro), si calcolano circa 50.000 euro. Ma se si arriva a fare 20 mila lavaggi l’anno, se ne possono incassare 120.000. Senza avere costi per il personale, visto che è richiesta solo la presenza del proprietario.

Il web ci dà una mano

Sicuramente potete leggere la nostra guida di approfondimento dedicata a Come aprire un autolavaggio self service.

Navigando in Rete abbiamo scoperto un sito davvero interessante per chiunque sia interessato ad aprire un’attività di questo tipo. Si chiama http://www.autolavaggi.it/, e contiene una serie di informazioni utili agli aspiranti imprenditori del settore.

Sulla home-page, a sinistra, trovate un elenco di argomenti. Cliccando su ognuno si apriranno le relative pagine. Alla voce “finanziamenti” troverete alcune notizie riguardanti agevolazioni e finanziamenti previsti nel settore, con il link ad alcuni siti di interesse.

Anche la sezione “Domande frequenti” serve per capire quali sono gli adempimenti più urgenti e necessari per aprire un autolavaggio che abbia tutti i requisiti che servono. Anche la sezione specifica “Come aprire un autolavaggio” è davvero utile e completa. Insomma, questo sito è ben fatto e può diventare un punto di riferimento per reperire tutte le informazioni prima di intraprendere questa attività.

Ricordate che, come tutte le attività commerciali, bisogna prima stilare un business plan, che preveda anche una sommaria ricerca di mercato locale, per capire se e quanto può essere redditizio aprire un’attività nella vostra zona di riferimento. Quindi conoscere se ci sono e quali sono i concorrenti, i loro punti di forza e debolezza, ecc. Il sito in questione vi aiuta, proponendovi nella sezione “Criteri di scelta” tutte le dritte per capire se questa attività fa la caso vostro.

E quindi orientarvi al meglio nella scelta del sistema migliore di autolavaggio presente sul mercato, le ditte costruttrici, ecc. E’ importante richiedere preventivi alle ditte per avere una prima idea dei costi. In bocca al lupo!

6 Commenti

  1. Ignazio
  2. Saverio
  3. Giovanni Lattanzi
  4. heter
  5. Juri
  6. carlo matteucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.