Quali colori per lo studio in casa?

In casa la zona studio non sempre è un ambiente a sé stante: il più delle volte è un angolo ricavato in qualche stanza dove si svolgono anche altre funzioni. Oppure può essere un vero e proprio ufficio. In tutti i casi, quali colori possono favorire le condizioni ideali per studiare e lavorare in tranquillità e con energia?

I colori possono avere effetti particolari sulla nostra psiche e sulle nostre capacità sensoriali; è scientificamente provato, infatti, che attraverso la chimica, essi possono provocare reazioni diverse a seconda di come vengono percepiti e delle sfumature che assumono, nonché degli effetti visivi che possono avere su ambienti differenti, per forma e dimensioni.

Ecco, quindi, che è possibile che i colori ci aiutino a raddrizzare uno stato d’animo, a trovare un benessere equilibrato e stabile, e anche a tenere la mente in movimento.

I colori dello studio

I colori dell’angolo studio devono, quindi, necessariamente favorire:

  • la concentrazione
  • l’attenzione
  • l’energia per non annoiarci e per non stancarci

Certi colori sono in grado di fornire tutti questi aiuti, consentendoci un maggiore rendimento nelle nostre attività.

La combinazione di colori vincente per la zona studio è data da giallo e verde: l’uno dà energia e stimola il lavoro mentale, l’altro favorisce la  concentrazione.

Anche il bianco aiuta la concentrazione perché, per le sue proprietà di purezza e pulizia, riesce a farci mantenere l’ordine e ci permette di disintossicare la mente dai problemi.

Giallo accostato a turchese o violetto, costituisce un’altra possibile soluzione: il violetto o lilla in particolare stimola la creatività ed è adatto alla meditazione, quindi è indicato per lavori di tipo espressivo.

Quali colori per lo studio in casa?

I colori da evitare nello studio

Nello studio sono da evitare, intanto, le tonalità troppo scure, che incupiscono e rendono apatici, togliendo la vitalità che serve  per impegnarsi quando si ha già poca voglia; inoltre, queste privano della luminosità necessaria in un ambiente come questo.

Inoltre, sono da evitare:

  • il blu e l’azzurro, perchè inducono alla calma e alla rilassatezza
  • il viola pieno, perchè favorisce il sonno.

Come colorare lo studio

Anche nello studio i colori possono essere combinati in vari modi:

  • con le vernici a parete
  • con disegni creati da wall stickers o wallpaper, magari più adatti a essere cambiati di luogo  frequentemente e anche più consoni a decorare solo quella parte di muro visivamente interessata dallo sguardo dello studioso
  • con arredi colorati: scrivania, sedia, oggetti per scrivere, oggetti tecnologici, mensole e librerie.

Ricordiamoci sempre che la zona studio deve essere bene illuminata, soprattutto nella parte operativa costituita, in primo luogo, dalla scrivania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.