Come fare maschere viso e scrub?

Maschere e scrub per il viso

I tre passi fondamentali per la pulizia e cura della pelle sono:

  • depurare
  • tonificare
  • idratare

Quotidianamente, con detergente, tonico e crema idratante, svolgiamo queste tre azioni due volte al giorno, ma alla cute potrebbero non essere sufficienti. Per questo motivo occorre, una o massimo due volte alla settimana, andare a depurare in profondità l’epidermide tramite l’utilizzo di uno scrub e di una, meglio due, maschere.

Maschere viso e scrub

Di seguito si indicheranno le funzionalità e le proprietà di questi prodotti, fornendo consigli su come applicarli al meglio e quali dovrebbero essere le caratteristiche possedute.

Scrub

Lo scrub, conosciuto anche come gommage o peeling, si caratterizza al tatto per la sua natura granulosa e in alcuni casi ruvida. Lo scopo dello scrub è quello di rimuovere le cellule morte presenti sulla superficie della pelle per permettere alle cellule nuove di venire alla luce più facilmente. Se si pensa che ogni minuto circa un milione di cellule dell’epidermide vengono eliminate, si capisce subito perché è necessario svolgere un’azione di rimozione di queste particelle; negli adolescenti il ricambio cellulare è molto più veloce rispetto a quello degli adulti, nel primo caso è necessario utilizzare lo scrub per i classici problemi di pelle grassa o secca tipici di questa età, nel secondo caso è necessario levigare la pelle per permettere una pulizia più veloce della cute e donarle nuovamente splendore e luminosità.

Normalmente lo scrub presenta al suo interno delle piccole sfere di origine vegetale, tendenzialmente sono semi o noccioli di frutta, le quali, con la loro azione levigante ed esfoliante agiscono sulle cellule morte della pelle rimuovendole. Un esempio possono essere i semi di fragola e lampone, i quali, se uniti alla papaina, enzima della papaia, aiutano efficacemente ad eliminare lo strato di cellule morte presente sulla superficie della cute.

Un ulteriore aiuto è rappresentato dalla presenza delle vitamine A, C ed E che contribuiscono a proteggere la pelle, dall’azione dell’arancia e del limone che normalizzano la produzione di sebo e dalla jojoba e Ylang Ylang che mantengono la pelle liscia e morbida anche dopo questa profonda pulizia.

Maschere viso

Mentre lo scrub agisce principalmente sulla superficie della pelle, le maschere penetrano più in profondità per permettere una depurazione e una idratazione maggiori. Tendenzialmente le maschere si lasciano agire per circa quindici – venti minuti, ma i tempi di posa possono cambiare a seconda dei prodotti specifici. Per migliorare gli effetti benefici è consigliato utilizzare prima una maschera purificante e successivamente una maschera idratante.

La maschera purificante, come si evince dal nome stesso, ha la funzione di purificare a fondo la pelle, aiutando ad eliminare le impurità e l’eccessiva produzione di sebo, se presente. L’argilla è un componente fondamentale in questa azione purificante per le sue molteplici qualità, tra cui quelle di assorbire le impurità e schiarire la pelle. L’effetto è inoltre amplificato se sono presenti in sinergia anche ingredienti a base di arancia, eucalipto e nocciola.

La maschera idratante è maggiormente consigliata a chi presenta problematiche di pelle secca, ma è utile anche per chi invece soffre di pelle grassa, perché anche quest’ultima ha bisogno di essere idratata. Componente fondamentale di questo prodotto è il burro di karitè, il quale svolgendo un’azione fortemente idratante, aiuta a mantenere la cute morbida ed elastica.

Al termine del periodo di posa si può rimuovere la maschera con un batuffolo di cotone bagnato o, ancora meglio, con una spugnetta.

Consigli

Lo scrub va sempre applicato dopo aver deterso il viso con l’apposito prodotto e dopo averlo inumidito, allo stesso modo la maschera purificante va applicata dopo lo scrub e per ultima si lascia in posa la maschera idratante.

E’ consigliato posizionare lo scrub con movimenti circolari dall’interno all’esterno e proseguire con il massaggio per qualche minuto, dopodichè si sciacqua abbondantemente per preparare la pelle alla maschera successiva.

Le maschere possono essere utilizzate anche su collo e decolletè; per migliorare l’effetto idratante della seconda maschera la si può lasciare in posa fino al completo assorbimento. Per motivi di praticità sono consigliate maschere che non si secchino troppo e non si crepino, in modo da non rischiare di “perdere dei pezzi” in giro per la casa.

Chi ha la pelle particolarmente secca può utilizzare la maschera idratante, ovviamente in un strato molto leggero, al posto della crema da notte.

Attenzione

Lo scrub va utilizzato una sola volta a settimana a causa della sua azione molto forte, se dopo l’applicazione la pelle è arrossata o dolorante il prodotto utilizzato è troppo aggressivo per quel tipo di pelle.

Allo stesso modo occorre fare attenzione alle maschere d’argilla: esistono vari tipi di argilla, alcuni più aggressivi di altri, e pelli molto delicate possono soffrirne. Se durante la posa si sente la pelle pulsare o “tirare” e rimuovendola ci sono vistosi arrossamenti è meglio utilizzare prodotti con una percentuale di argilla inferiore.

Per approfondire “maschere viso e scrub”

  • Dieta e bellezza
    Vari articoli su problematiche e prodotti legati alla pelle
  • Informazioni su tipi e qualità dell’argilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.