La camelia: caratteristiche e proprietà

La camelia arriva dall’Oriente, da quella Cina in cui l’utilizzo delle piante non ha eguali. Ormai da tempo viene coltivata anche in Italia, dove trova un valido alleato nel clima mite, perchè ha bisogno di molto sole.

Le sue proprietà non sono molto conosciute, eppure sono davvero importanti per il corpo umano.

Camelia

La camelia come antiossidante

La sua proprietà forse più importante è quella di antiossidante, poichè aiuta a combattere i radicali liberi che tanti problemi causano all’organismo in termini di degenerazione cellulare. In particolare ad essere antiossidante è il tè che si estrae dalle foglie della pianta, come dimostrano numerosi studi.

La camelia come lenitivo

Altra proprietà è quella lenitiva. Dolce di nome e di fatto, la camelia attenua, calma, placa, e si rivela particolarmente utile riguardo alle affezioni intestinali. Se si hanno dei problemi in tal senso, quindi, si può fare ricorso alle proprietà benefiche della camelia, chiedendo consiglio all’erborista o al medico riguardo al dosaggio e al metodo di assunzione.

La camelia come antibatterico

In questo caso il merito è dell’olio presente nelle sue foglie, perchè svolge una buona azione antibiotica. In particolare l’olio di camelia viene usato in veste di antibiotico naturale, per le infezioni e le infiammazioni che colpiscono il corpo in vari punti, come gli batteri e i funghi della pelle.

Altre tipologie di impiego

Forse stupirà qualcuno sapere che la camelia, con tutta la sua delicatezza, è utilizzata in ben altro ambito rispetto alla cosmesi e all’erboristeria. Eh si, perchè è un buon combustibile che si usa con successo per accendere le lampade. Probabilmente in tempi passati già lo facevano, e anche oggi può essere utile conoscere questa sua capacità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.