Cos’è il sonno e quali sono le sue fasi?

Cos'è il sonno e quali sono le sue fasi?

Il sonno determina numerosi cambiamenti nell’attività della mente. Perché vi sia uno stato che permetta di dormire,  è necessario che venga creata una barriera tra il mondo cosciente e quello reale. Un’altra caratteristica del dormire, è che questa barriera è superabile con una stimolazione dei sensi, cioè un rumore o un movimento.

Grazie all’elettroencefalogramma, sono venuti alla luce vari aspetti che riguardano il dormire, e che hanno permesso di comprendere al meglio lo svolgimento di quest’azione così naturale.

Le fasi del sonno

Il sonno si divide in diverse fasi, in totale si tratta di cinque differenti momenti, che in generale vengono suddivisi in due grandi fasi che sono:

  • Sonno NREM (non-REM)
  • Sonno REM o sonno paradossale

La fase di sonno Non-REM  è quella in cui il sonno si suddivide in quattro differenti momenti che includono:

  • Prima fase: si sprofonda rapidamente nel sonno, il respiro è pesante, si abbassa la temperatura del corpo, il battito cardiaco è più lento. In questo momento si presenta quella che prende il nome di Fase Alfa, durante la quale si è ancora leggermente coscienti. Questo momento dura circa venti minuti e ci permette di imprimere ricordi e emozioni nella nostra mente.
  • Seconda fase: si tratta della Fase Theta, dove il sonno è leggero ma se veniamo svegliati siamo in grado di capire che stavamo dormendo. E’altalenante ci si sveglia e riaddormenta con estrema facilità.
  • Terza fase: si tratta della Fase Delta, dove il sonno è piuttosto profondo. Questa fase dura circa trenta minuti.
  • Quarta fase: in questa fase il sonno è profondo, e non è facile risvegliarsi visto che si è totalmente incoscienti.

La fase REM si suddivide in due fasi, che sono quelle durante il quale la persona sogna.

La persona passa attraverso queste fasi durante la notte, e con il progredire di essa, la fase REM aumenta. Durante la fase REM  i muscoli sono immobili, anche se state sognando in modo attivo. Somiglia molto alla fase di sonno profondo, ma in questo caso si è coscienti e la mente funziona normalmente. La mente è quindi attiva durante la fase REM, così come lo è quando siete svegli. Il respiro diventa rapido, irregolare e la sudorazione aumenta; il battito cardiaco si accelera e anche la pressione sanguigna è maggiore. Secondo molti questo è l’unico momento in cui si è in grado di sognare.

I benefici delle fasi del sonno

Dormire è quindi fondamentale e benefico per varie attività e per varie parti del nostro corpo:

  • Memoria:  il sonno aiuta a ritrovare i ricordi persi, e anche a riorganizzare i ricordi attuali
  • Apprendimento: il sonno aiuta la mente a trattenere i conoscimenti appresi ogni giorno
  • Umore e comportamento: la fase REM aiuta la parte del cervello che controlla le emozioni, le interazioni sociali, e anche il processo decisionale, permettendogli di recuperare ogni giorno. In questo modo la persona è in grado di affrontare ogni giorno con un umore tranquillo e stabile la giornata.
  • Sistema immunitario: non dormire abbastanza può causare un abbassamento delle difese immunitarie, e un conseguente indebolimento che può portare a infezioni e malattie di vario genere.
  • Sistema Nervoso: molti esperti ritengono che i neuroni usati durante la giornata si “auto-riparano”, quando dormiamo. Non dormire abbastanza può causare un sovraccarico dell’attività dei neuroni e un conseguente danno al sistema nervoso.
  •  Crescita e sviluppo: dormendo il corpo rilascia degli ormoni che sono vitali per la nostra crescita fisica e psicofisica.

Ogni fase del sonno offre numerosi benefici al corpo e alla mente. Il sonno profondo è fondamentale per molte funzioni vitali e per recuperare le proprie funzionalità soprattutto mentali in caso di mancanza di riposo. Durante la fase di sonno profondo il corpo riposa completamente e riesce in questo modo a riacquistare le energie perse durante il giorno. Il sangue inoltre diminuisce il suo afflusso verso il cervello e aumenta quello verso i muscoli, permettendo di recuperare l’energia persa durante il giorno.

La fase REM invece, aiuta a recuperare le funzioni mentali, anche grazie ai sogni. Questa fase aiuta a gestire le emozioni, trattenere i ricordi e serve anche ad alleviare lo stress. E così, come il corpo riesce a recuperare durante la fase di sonno profondo le sue funzionalità, anche la mente riuscirà a riattivarsi grazie al sonno.

Per questo motivo è fondamentale dormire a sufficienza, considerando che il sonno permette di recuperare sia a livello fisico che mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.