Come aprire un centro Pilates?

Aprire un centro Pilates

Aprire un centro Pilates

Innanzitutto è necessario acquisire la qualifica di insegnante di Pilates (non basta quindi la laurea in Scienze Motorie). A tale scopo, è possibile frequentare appositi corsi che rilascino un valido attestato.

Lo “Studio Pilates” di Milano organizza corsi per istruttori di questa disciplina, che costano sui 2700 euro, e sono aperti a laureati in Scienze motorie e Fisioterapia. La Fif (Federazione Italiana Fitness) propone corsi base e di tipo avanzato. Inoltre l’associazione internazionale “Pilates Method Alliance” propone attività di aggiornamento continuo per gli istruttori.

Per iniziare, bisogna trovare un locale adatto, che sia almeno 60 metri quadrati, escludendo spogliatoi e reception. L’ubicazione della palestra è importante, meglio che si trovi al centro, oppure puntare ad una maggiore pubblicità se si trova in una zona periferica.

La spesa iniziale prevede anche l’acquisto di specifiche attrezzature per questa disciplina. Si tratta di macchinari in legno, come la Cadillac, che costa circa 3800 euro. Inoltre è necessario procurarsi l’autorizzazione della Asl, l’iscrizione al registro delle imprese e l’apertura della partita Iva.

Una volta aperto, il centro necessita della pubblicità e della promozione. Potreste proporre pacchetti di lezioni di prova a prezzi competitivi, rivolti soprattutto a chi non conosce e non ha mai praticato questa disciplina. Ricordate che si tratta di un metodo piuttosto nuovo, e in fase di espansione, e che la gente a volte è un po’ restia a provare le novità.

Se però ponete l’accento sui benefici del Pilates che sono stati dimostrati anche per alleviare lo stress e l’ansia, allora di sicuro molte persone lo vorranno provare e ne rimarranno soddisfatte.

Soprattutto dovete rassicurare i vostri utenti circa la vostra esperienza e professionalità, in quanto ci sono istruttori che si improvvisano tali e rischiano di fare del male a chi gli si affida in buona fede.

Non è un caso che il Pilates è considerato un vero e proprio toccasana da alcune star, come per esempio Madonna e l’italiana Simona Ventura, che hanno dichiarato di praticarlo regolarmente insieme allo yoga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.