Quali sono sintomi e disturbi della menopausa?

La menopausa è un momento assai delicato nella vita di ogni donna. Tra i 40 e i 50 anni intervengono cambiamenti sia fisici che psicologici che annunciano la fine del periodo fertile. Questo passaggio fisiologico è accompagnato da una drastica riduzione degli ormoni femminili, che costringe l’organismo a conquistare un nuovo equilibrio. Le variazioni ormonali della menopausa si ripercuotono a vari livelli. Vediamo in che modo.

menopausa sintomi e disturbi

La menopausa è un momento assai delicato nella vita di ogni donna. Tra i 40 e i 50 anni intervengono cambiamenti sia fisici che psicologici che annunciano la fine del periodo fertile.

Questo passaggio fisiologico è accompagnato da una drastica riduzione degli ormoni femminili, che costringe l’organismo a conquistare un nuovo equilibrio.

È noto che la menopausa coincida con una cessazione del ciclo mestruale (il nome stesso deriva da questo principale sintomo, men = mese e pausis =fine), ma in realtà non è l’unica manifestazione che il corpo femminile subisce in questa fase della vita.

Quali sono i sintomi della menopausa

Con l’avanzare dell’età media, che raggiunge ormai in media 82 anni per le donne dei paesi industrializzati, ci si è progressivamente dovuti interessare sempre più ai cambiamenti che col tempo intervengono sulle donne.

Quando s’interrompe la fertilità, con interruzione del ciclo ovarico, per la donna cominciano una serie di squilibri ormonali dovuti all’adattamento del fisico ad una nuova condizione.

Si verificano malesseri che possono sfociare anche in alcune patologie consequenziali, con aumento dell’incidenza dei disturbi cardiovascolari che fin a prima della menopausa erano resi meno probabili da una tendenza naturale che rende più resistente a questi il sesso femminile.

In questa fase di vita vengono a diminuire, fino a cessare, ormoni essenziali per la donna. Il risultato coinvolge in maniera consistente l’organismo che ne risente a livello d’ogni apparato vitale: Sistema nervoso, circolatorio, riproduttivo, osseo, etc.

La mancanza d’estrogeno e progesterone causa inoltre una modifica nel metabolismo, ciò arreca come diretta conseguenza una diversa assimilazione dei grassi.

La menopausa manifesta sintomi anche prima della completa cessazione del ciclo mestruale.

Una generalizzata secchezza (capelli, occhi, pelle), perdita di tonicità dei tessuti (in particolar modo al seno), fragilità delle unghie e l’insorgere di rughe molto più marcate sono sintomi che difficilmente sfuggono all’attenzione.

Con l’avanzare del tempo, anche già prima della vera e propria menopausa, si possono avvertire insonnia ed improvvise vampate di calore.

Queste sudorazioni notturne, così come la mancanza di sonno, sono sintomi delle carenze ormonali in atto.

La menopausa può causare talvolta incontinenza, tanto motivo di disagio per molte donne che ne soffrono.

Il diminuito afflusso di progesterone aumenta il rischio d’arteriosclerosi, mentre l’indebolimento osseo può essere ricondotto come causa d’osteoporosi.

Quando insorge la menopausa?

L’età media per le donne d’entrata in menopausa varia a seconda del paese d’origine. Può essere interessante notare come le donne del sud entrino in menopausa con un buon margine di ritardo rispetto alle donne scandinave che già attorno ai 48 anni cominciano a manifestare i primi sintomi.

L’età media per le donne italiane è più alta rispetto al dato scandinavo, s’aggira attorno ai 50-52 anni.

Quali sono i disturbi della menopausa?

Le variazioni ormonali della menopausa si ripercuotono a vari livelli. Vediamo in che modo.

I disturbi fisici della menopausa

Gli effetti più evidenti e diffusi della menopausa a livello fisico sono:

  • Vampate di calore percepite più spesso nella parte alta del corpo, insieme ad una maggiore sudorazione. In genere questi episodi si verificano di giorno, ma sono molto frequenti anche durante la notte
  • Sbalzi di pressione apparentemente senza motivo e che appaiono improvvisamente, con punte di pressione alta
  • Aumento di peso con distribuzione del grasso soprattutto sull’addome, che è senz’altro più difficile da ridurre
  • Sonno disturbato e agitato, in conseguenza del quale durante il giorno può comparire mal di testa, irritabilità e affaticabilità eccessiva
  • Fragilità ossea: la perdita progressiva di tessuto osseo può provocare osteoporosi, a causa della mancanza di ormoni estrogeni
  • Problemi cardiovascolari: il rischio di patologie cardio-vascolari per le donne aumenta dopo il compimento dei 50 anni
  • Cambiamenti estetici: la pelle perde elasticità e spessore e diventa disidratata e secca. A causa delle oscillazioni ormonali si formano rughe nuove e si accentuano quelle già presenti.

I disturbi psicologici della menopausa

Sul piano psichico in genere possono sopraggiungere repentini sbalzi di umore e stati di leggera depressione, senza un motivo apparente.

Comunque i disagi di questo periodo non colpiscono le donne in ugual misura.

Se i sintomi sono piuttosto forti e accentuati è meglio ricorrere all’aiuto di integratori specifici, contenenti sostanze attive che garantiscono una maggiore efficacia.

Integratori per la menopausa

La maggior parte degli integratori specifici per la menopausa contengono i cosiddetti “fitoestrogeni”, sostanze che nell’organismo femminile vanno a sostituire gli ormoni femminili (estrogeni).

Oltre ai fitoestrogeni, gli integratori contengono magnesio, uno dei sali minerali la cui carenza provoca una serie di disturbi durante la menopausa.

Negli integratori in genere è associato a vitamine ed altre sostanze, per esempio il potassio, il calcio, l’estratto di iperico, le vitamine C e D3.

Negli integratori troviamo anche i bioflavonoidi, che sono antiossidanti in grado di migliorare la circolazione e la funzionalità dei tessuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.