Cos’è la cistite e come si cura?

La cistite è un infezione della vescica e dell’uretra. I sintomi che vengono riscontrati durante un attacco di cistite sono: bisogno continuo di urinare; dolore e bruciore quando si urina; sensazione di pesantezza nella parte sovra pubica; odore sgradevole dell’urina.

Nei casi peggiori la cistite causa perdite di sangue, febbre, sudorazione eccessiva, mal di testa e dolori nella zona dell’addome.

La cistite può essere: acuta quando vi è un attacco significativo ma occasionale; ricorrente o recidivante nel caso in cui gli attacchi avvengano frequentemente, per esempio dopo le mestruazioni o dopo un rapporto sessuale.

Cause della cistite

Le cause principali che possono dar vita a un attacco di cistite sono: disidratazione e secchezza vaginale; lesioni causate da rapporti sessuali; irritazioni dovute alla candida; uso di sostanze poco delicate.

Ulteriori cause sono la stitichezza, alterazione del ph vaginale. Inoltre anche uno squilibrio ormonale può essere causa di cistite. L’infezione in questi casi si sviluppa trovando un ambiente idoneo, e raggiunge in alcuni casi le vie urinarie dando origine all’attacco di cistite.

Il fattore più importante è un batterio chiamato “Escherichia coli” che normalmente vive senza fare danni all’intestino; se però questo o altri batteri riescono ad entrare accidentalmente nell’uretra, si sviluppano poi rapidamente e una volta nella vescica provocano un’infezione. Un’altra causa della cistite è la scorretta posizione dell’utero o della vescica. In entrambi i casi potrebbero formarsi delle sacche di urina stagnante nella vescica, e provocare un’infezione.

Alcune disfunzioni ormonali e l’uso di anticoncezionali aumentano le probabilità che tale infezione si manifesti. Anche la tensione nervosa e un’alimentazione scorretta o insufficiente possono provocare un’eccessiva acidità del sangue e delle urine, creando così l’ambiente ideale per la crescita e la proliferazione dei batteri.

Sintomi della cistite

I primi segnali della cistite sono di solito il dolore al basso ventre e lo stimolo frequente ad andare al bagno.

Urinare diventa doloroso, e nei casi più gravi può anche apparire sangue nell’urina. La cistite potrebbe anche provocare dolore alla parte bassa della schiena, brividi, febbre intermittente, sensazione di malessere diffuso e stanchezza.

Può anche accadere che si manifesti senza dare sintomi, ma comunque va curata per evitare che l’infezione si trasmetta ai reni.

Come curare e prevenire la cistite

La cistite è una patologia quasi esclusivamente femminile, ma talvolta si manifesta anche negli uomini. Può essere curata con la dose giusta di antibiotici; molte donne però affermano di aver sofferto di “effetti secondari” dopo una cura prolungata di antibiotici, quali per esempio la candidosi.

Nel caso di cistite recidiva, si può intervenire chirurgicamente per correggere la forma o la posizione della vescica che provocano la cistite. Essa è curabile anche con l’agopuntura, la medicina omeopatica, le tisane di erbe e alcune tecniche speciali di auto-cura. Qualche consiglio per evitare questo disturbo:

  • 1) usare biancheria intima di cotone e abiti larghi: evitate di indossare pantaloni troppo stretti e i collant;
  • 2) curare l’igiene intima. E’ importante che le mani siano sempre pulite (ed anche quelle del vostro partner!);
  • 3) evitare bagno o docce troppo caldi;
  • 4) attenzione a lavarsi con cura.
  • 5) evitare lo stress e la tensione nervosa: potrebbero favorire gli attacchi.

Rimedi naturali contro la cistite

Esistono dei rimedi naturali che si possono affiancare alla cura antibiotica che è prevista nei casi più acuti. I rimedi naturali aiutano a controllare i sintomi che si manifestano inizialmente.

L’uva ursina è uno dei rimedi più efficaci per combattere la cistite. E’ un antibatterico che cura le vie urinarie e che si assume sia in gocce che in capsule. Ottima abitudine per chi soffre di cistite è assumere delle gocce o dell’infuso di uva ursina assieme a un cucchiaino di bicarbonato giornalmente o la mattina a digiuno o la sera prima di coricarsi.

La gramigna è un altro rimedio naturale ottimo per curare le infezioni urinarie, che veniva utilizzato già in tempi antichi. Ha un azione calmante e antisettica e funge anche da diuretico.

Il  Vaccinium Vitis Idaea comunemente conosciuto come Macerato Glicerico di mirtillo Rosso ha delle proprietà antibatteriche che lo rendono ottimo contro le cistiti recidivanti. Le cistiti ricorrenti possono essere causa di altre infezioni e in questo caso l’equiseto anche chiamato popolarmente “coda cavallina”, è un ottimo rimedio.

L’echinacea è ottima se associata agli antibatterici, visto che aiuta ad aumentare il livello delle difese immunitarie, che per chi soffre di cistite sono solitamente basse.

Anche l’alimentazione aiuta a combattere la cistite. Le fibre per esempio aiutano a mantenere l’intestino in funzione. Bere molta acqua impedisce l’accumulo dei batteri ed è bene non mangiare alimenti piccanti, evitare il vino rosso, i succhi di frutta e anche la caffeina o i cibi che contengono troppo zucchero.

L’aromaterapia con diversi oli essenziali aiuta a combattere la cistite. Le bacche di Ginepro, di sandalo e anche di lavanda alleviano il dolore. Mischiando questi oli essenziali e diluendole in modo naturale con l’acqua di ottiene un rimedio efficace.

Condivi l'articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.