Come fare il primo bagnetto?

Contenuti della guida:

Come fare il primo bagnetto

Prima della dimissione, il personale della nursery vi farà vedere non solo il cambio di pannolino, ma anche come fare il primo bagnetto al piccolo. Noterete come le infermiere sono brave a farlo senza bagnare la parte dell’ombelico, quindi, aspettate la completa cicatrizzazione del moncone, che in genere cade dopo una decina di giorni, prima di procedere con il primo bagno.

C’è una regola particolare per quanto riguarda il momento più propizio per fare il bagnetto? Ovviamente no, molti preferiscono farlo al mattino appena svegli, anche se per esperienza di molte mamme (e a detta dei più esperti) se fatto di sera, concilierà meglio la nanna.

Cosa serve per fare il bagnetto

Ma vediamo come fare il primo bagnetto e, soprattutto, cosa ci occorre. Per prima cosa una vaschetta (se non l’avete incorporata alla cassettiera) e, se proprio volete essere più sicure e comode, potrete acquistare quegli specifici seggiolini su cui appoggerete il neonato senza correre alcun rischio. Ma prima di immergere il neonato nell’acqua, con l’aiuto di un termometro per acqua, controllerete la temperatura che deve essere di 37°C .

Una volta che avrete preso la mano, potrete usare anche il vostro gomito. Immergendo il gomito nell’acqua, riuscirete a stabilire se la temperatura è idonea. Da evitare, in ogni caso, lo scorrere dell’acqua mentre il neonato è nella vaschetta, in quanto improvvisi sbalzi di temperatura da calda a fredda, da bollente a gelata, potrebbero danneggiare la pelle del bebè.

Se non utilizzate l’accessorio su cui il neonato può appoggiarsi (e che comunque si può utilizzare dopo i 3-4 mesi), dovrete tenere il bimbo con la vostra mano, posizionata sotto la sua ascella, e procedere al lavaggio.

Quante volte si fa il bagnetto

Anche qui non vi sono regole, ognuno si gestisce al meglio secondo le proprie abitudini e il piacere del bimbo. C’è chi fa il bagnetto tutti i giorni, ma anche solo un paio di volte alla settimana va benissimo e, magari, qualche volta in più durante la stagione estiva. Ciò vale anche per il lavaggio dei capelli. Per i primi mesi di vita, per lavare la testa, è sufficiente un lavaggio leggero.

Grande importanza rivestono i prodotti che userete. Acquistate detergenti neutri e studiati appositamente per i primi mesi; assicuratevi che questi non facciano troppa schiuma.

Un’altra cosa da tenere in considerazione è il modo di asciugare il neonato.

Per i primi mesi, molto comodi sono gli accappatoi a triangolo. Non strofinate la pelle del bebè per asciugarlo, ma tamponate soprattutto nelle pieghe (tra le cosce, sotto le ascelle e sul collo). Un bel massaggio delicato, fatto con una crema o un olio idratante, lascerà la pelle del neonato non solo profumata ma anche liscia.

A conclusione, avrete capito che il come fare il primo bagnetto al vostro neonato non è affatto una impresa impossibile !

Condivi l'articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.