Come scegliere il profumo degli oli essenziali?

profumo degli oli essenziali

Il vero profumo degli oli essenziali

Non è detto che il vero profumo degli oli essenziali sia quello che immaginavate.

Spesso infatti nella nostra mente si formano idee su cose che di fatto sono sconosciute all’esperienza. Idee che poi si rivelano errate. Come accade, ci si chiede?

Perchè la mente associa sensazioni ed esperienze pregresse a cose ignote. E lo fa nei modi più vari, ma molto spesso per semplice associazione di concetti.

Esempio. Se pensiamo al profumo dell’olio essenziale di Vaniglia, che non abbiamo mai odorato prima e ci è quindi ignoto, la mente ci associa il profumo del gelato alla Vaniglia.

Ma spesso questo procedimento mentale ci trae in inganno. Ecco perchè è bene leggere questa breve guida prima di spendere soldi per comprare un olio essenziale che immaginiamo in un modo, ma potrebbe essere tutt’altro.

Come scegliere l’olio essenziale in base al profumo

Di seguito proponiamo una piccola panoramica che descrive il profumo degli oli essenziali più noti e diffusi, così da farsi un’idea generale.

Olio di eucalipto

Aroma di menta, fresco, richiama le classiche caramelle per la gola e le gomme al gusto di menta rinfrescante.

Olio di ginepro

Ricorda l’odore delle conifere, forte e pungente. Non è adatto a chi non ama gli aromi intensi, a meno che l’utilizzo non sia indicato per motivi di salute, per cui si può fare un piccolo sforzo.

Olio di geranio

Regala un odore dolce, al limite del dolciastro, che lo rende adatto per la profumazione degli ambienti, anche in ragione della lotta alle zanzare nel periodo estivo.

Olio di salvia

Aroma frizzante, fresco e vivace. In genere non viene usato da solo, ma in combinazione con altri oli che ne attenuano un pochino l’esuberanza.

Olio di lavanda

Profumo tenue, delicato, molto adatto per la profumazione degli ambienti. Non a caso esistono dei classici sacchetti a base di lavanda per la profumazione dei cassetti e degli armadi.

Olio di neroli

Aroma di agrumi con uno sfondo amaro. Leggero, non penetrante, va bene anche per metterne qualche goccia sul cuscino.

Olio di gelsomino

Un forte profumo di fiori, molto aromatico e abbastanza penetrante, di quelli che non svaniscono in poco tempo.

Olio di vaniglia

Il suo profumo non è affatto dolce come si potrebbe pensare. O almeno, non tanto quanto quello della vaniglia che conosciamo sulla tavola o nei profumi industriali. E’ dolce, si, ma con delle forti note legnose.

Olio di mandorle dolci

Dall’aroma delicato, lieve e, per l’appunto, dolce. Ideale per molti usi, sia per l’ambiente che per il corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.