Cos’è e come funziona la sabbiatrice?

La sabbiatrice agisce attraverso l’ alimentazione ad aria compressa, lanciando sulle superfici che verranno pulite un materiale abrasivo ( composto da graniglia metallica o da sabbia silicea ) che lucida o riesce a togliere velocemente il materiale che si trova sulla superficie. Questa operazione si chiama sabbiatura.

sabbiatrice

La sabbiatrice

La sabbiatrice, viene usata anche per la restaurazione degli edifici, per la pulizia delle travi di legno, o anche marmo e pietra. Questa macchina è quindi utilizzata per la lavorazione delle superfici di metallo o per rendere opache delle superfici lucide come ad esempio il vetro.

La macchina permette di utilizzare la sabbia, resa abrasiva grazie all’ energia cinetica accumulata, ed è composta da:

  • tramoggia serve per caricare la sabbia
  • camera di miscela dove la sabbia entra in contatto con l’aria compressa attraverso il condotto flessibile, al termine vi è un ugello per l’ uscita della sabbia

In termini tecnici le sabbiatrici si compongono da una camera a tenuta, in cui l’ aria compressa viene inviata e attraverso un tubo permette l’ uscita della sabbia, che verrà indirizzata sui pezzi che vengono trattati. Se i pezzi sono di grandi dimensioni, il getto verrà diretto manualmente da chi lavora. Le persone che si occuperanno di questa lavorazione, saranno protette da tute apposite, le cosiddette “camera di sabbiatura”.

Le dimensioni saranno rilevanti e proporzionali. Agevoleranno il lavoro, all’ interno di camere di sabbiatura di grandi e di piccole dimensioni. I pezzi, posti sulle tavole rotanti, offriranno le diverse facce con estrema facilità. A volte, il trattamento avviene utilizzando della graniglia metallica ( denominata “sabbiatrice d’ acciaio” ). Per le lavorazioni piccole verranno utilizzate delle macchine automatiche, che non richiedono di indirizzare il getto.

Questa macchina è composta da:

  • un serbatoio contenente dell’ abrasivo
  • un tubo per il trasporto dell’abrasivo
  • un ugello di sabbiatura

Il serbatoio ha una forma cilindrica sulla parte superiore e a cono in quella inferiore; la sabbia depositata, o spinta internamente, si miscelerà al getto di aria compressa e verrà poi espulsa.

Funzionamento della sabbiatrice

L’abrasivo (la sabbia) viene inserita all’ interno del serbatoio; la valvola di regolazione consente la miscelazione con l’aria compressa. La valvola dosa la quantità di sabbia equamente, adattandola al tipo di lavorazione e al materiale. La miscela che si compone di abrasivo e di aria, è spinta attraverso la pressione che la indirizza nel “tubo per abrasivo”.

Una volta uscita dall’ ugello, essa subirà un’accelerazione. La miscela raggiungerà la superficie ad una velocità molto alta, con i granuli dotati di una notevole energia cinetica.

Tipi di sabbiatrice

In base al sistema di miscelazione e la cessione dell’energia cinetica, possiamo distinguere quattro tipi di macchina:

  • a compressione basata sull’ uso di un getto di aria compressa che agisce direttamente sulla sabbia, la comprime e la spinge in direzione dell’ ugello;
  • a gravità la sabbia cade “per gravità” all’ interno del tubo in cui l’aria compressa passa con una pressione altissima;
  • ad aspirazione la sabbia viene aspirata con una depressione creata dalla stessa aria; questo sistema non è molto usato, poiché richiede una quantità di aria notevole ed un conseguente consumo del condotto;
  • a forza centrifuga può essere usata negli impianti nuovi, dove la sabbia si muove velocemente tramite l’ energia cinetica creata da un rotore.

Elementi della macchina

Il getto di sabbia e di aria prende vita grazie a tre elementi principali:

  • compressore
  • sabbiatrice
  • ugello (oppure la pistola)

Il compressore comprime l’aria all’ interno di un serbatoio che produce il getto di aria, grazie ad una valvola di sfogo aperta. E’ composta da:

  • motore (elettrico o a combustione interna)
  • compressore ( a vite o a pistoni )
  • serbatoio

Per la sabbiatura è necessaria un’alta portata ma non una pressione elevata. La sabbiatrice, permette di miscelare la sabbia all’ interno del getto d’aria che proviene dal compressore.

Gli elementi principali sono: il serbatoio, la bocca di miscelazione ed il circuito di comando. Infine, avremo l’ugello o la pistola. Questi elementi compongono la parte finale del tubo, permettendo alla persona che sta compiendo il processo di sabbiatura, di indirizzare il getto, e di avviare o arrestare il getto dalla sabbiatrice.

La sabbiatura

Scopri come avviene il procedimento di sabbiatura

Una risposta

  1. Andrea Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.