Che cos’è il quilling?

Il quilling

Il quilling vi permetterà di creare un’infinita di cose differenti:  biglietti di auguri, addobbi per l’albero di Natale e per le altre feste, piccoli oggetti che potrete usare come soprammobili o attaccare come magneti sul vostro frigo. Il nome “filigrana di carta” deriva dalla similitudine del risultato con la filigrana d’oro e quella d’argento. Potrete anche usare la carta per le fotocopie per creare delle vere e proprie opere d’arte. C’è davvero la possibilità di creare qualsiasi cosa, basta avere fantasia e cercare di imparare quanto più possibile migliorando le proprie capacità.

Il procedimento per il quilling non è difficile ma ci sono dei passi basilari che devono essere seguiti. Per prima cosa dovrete prendere un foglio di carta possibilmente colorato. Tagliate tante strisce sottili, con un altezza di circa 3 mm. e una lunghezza di 30 cm.

quilling

Le misure scelte servono soltanto come indicazione, e man mano che avrete appreso questa tecnica potrete modificarle in base alle vostre esigenze. Sappiate che sul mercato esistono anche delle confezioni con le striscioline già pronte. Se preferite fare da soli, quando avrete realizzato le striscioline, dovrete arrotolarle, e utilizzare un attrezzo particolare che serve per il quilling. Questo piccolo utensile somiglia a una forchetta con la parte finale tagliata senza tronco.

Se non avete questo attrezzo potrete “arrangiarvi” con diverse cose: uno spiedino di legno o un piccolo ramoscello di albero, o anche un ago di quelli che si usano per cucire a maglia. Sulla parte che si trova esattamente all’opposto della punta, dovrete fare un taglietto, che dovrà essere poco più grande della strisciolina che andrete ad arrotolare. Inserite in questo piccolo taglio, l’estremità della piccola striscia di carta e cominciate ad arrotolare.

Una volta fatto ciò, tirare verso su il rotolino liberandolo dallo spiedino (o ramoscello o ago che sia). Mettete della colla vinilica sulla parte finale della piccola striscia e avrete un bel rotolino. Molti appassionati usano il “cerchiometro” non soltanto per realizzare dei rotolini che abbiano varie grandezza ma soprattutto per facilitare l’operazione di allentamento che consente di modellarli poi con le mani. Le strisce sottili vengono usare di solito per decorare, mentre quelle più grandi si utilizzano per dar vita a delle creazioni tridimensionali.

Se desiderate che il rotolino abbia la forma di una goccia, dovrete semplicemente schiacciare la punta, e lo stesso vale per creare differenti forme. Le possibilità di modellare un rotolino fatta di carta sono davvero tante, e più proverete e maggiori saranno le idee che riuscirete a realizzare. Se assemblerete poi le forme realizzate usando la vostra fantasia potrete creare un’infinita di soggetti: animali, fiori, piccoli pupazzi, mollette e tutto quello che desiderate.

Una tecnica semplice che ha origini antiche e che si sta diffondendo anche in Italia, un ottimo modo per passare piacevolmente il vostro tempo libero.

Una risposta

  1. SILVIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.