Navigatore satellitare: che cos’è e come si usa?

Per chi viaggia spesso per diletto o per lavoro il navigatore satellitare rappresenta una svolta senza precedenti. Inoltre ci sono persone poco dotate di senso di orientamento che perdono facilmente la strada, oppure arrivano a destinazione dopo aver macinato tantissimi chilometri in più. Il navigatore satellitare è stato proprio creato per semplificare la vita di coloro che viaggiano in auto e si spostano spesso da una città all’altra, da una strada all’altra, o anche all’interno della stessa città.

Questo utile dispositivo elettronico ha soppiantato del tutto le cartine e le mappe stradali, e nel tempo si è talmente perfezionato da diventare un apparecchio multifunzione, dotato di numerosi optional da utilizzare ovunque ci si trovi. Con l’uso del navigatore satellitare qualsiasi viaggio risulterà più facile e agevole, poiché non dovrete preoccuparvi di orientarvi per non perdere la strada.

Il navigatore satellitare ha un funzionamento di base, che consiste nel suo collegamento con i satelliti, grazie ad un’antenna particolare, che si chiama GPS. Tale collegamento permette al dispositivo di rilevare il luogo esatto in cui ci si trova, e di trovare la strada migliore per raggiungere la destinazione che viene preselezionata sull’apparecchio.

Questa guida è stata pensata per chi vuole conoscere le numerose applicazioni di questo dispositivo, per chi vuole sapere come si usa correttamente, per chi ha intenzione di acquistarne uno. E’ indispensabile capire qual è il funzionamento, a cosa serve esattamente e quali sono gli eventuali optional in dotazione.

Come usare il navigatore

Le funzioni di questo dispositivo variano da un modello all’altro, ed anche da un marchio all’altro. E’ quindi necessario comprendere come si utilizza il dispositivo nella sua funzionalità principale. Ossia, quali sono le due modalità di informazioni che il navigatore possiede: le indicazioni vocali sulle strade e la manovre da fare, e le visualizzazione su cartina in 2D o 3D. Per visualizzare il navigatore senza distrazioni e nel modo migliore possibile ci vuole uno schermo abbastanza grande e mettersi in una posizione comoda. In genere la modalità audio coesiste con quella video, ma la prima può essere disattivata a piacimento.

Modalità video

Tramite la modalità video è possibile:

1) Visualizzare la strada e la posizione precisa in cui ci si trova. Si possono vedere i 200 o 300 metri successivi della strada che si desidera percorrere;
2) Il disegno e la distanza della successiva manovra da effettuare (ad esempio, girare a destra a 300 metri, mettere la freccia verso destra, ecc.);
3) Visionare in un angolo dello schermo la velocità, i chilometri che mancano per giungere a destinazione, il tempo stimato per arrivare sul posto ecc;
4) Visualizzare diversi simboli che indicano punti di interesse, parcheggi, stazioni di servizio. Questa opzione va pre-impostata sul navigatore.

Operazioni preliminari

Prima di iniziare il percorso è bene seguire qualche semplice accorgimento:
1) Dopo aver scelto la destinazione, immettete l’indirizzo o il percorso memorizzato;
2) Scegliete quale tragitto percorrere: più breve, veloce, panoramico, con o senza pagamento di pedaggio, ecc;
3) Siete liberi di optare o meno per la modalità audio;
4) Se durante il tragitto sopraggiungono lavori o incidenti, il navigatore è in grado di ricalcolare il tragitto automaticamente. Se non lo fa, potete selezionare la voce “calcola alternativa”.

Modalità audio

Attraverso tale modalità è possibile scegliere l’accento ed il timbro di voce che si desidera. Prima della manovra da effettuare, un centinaio di metri prima, la voce provvederà ad avvisare circa la distanza da percorrere e le manovre da compiere successivamente. Anche durante la manovra stessa la voce ricorderà i vari passaggi da compiere con molta precisione. In alcuni casi, però, le indicazioni del dispositivo vanno interpretate. Ecco qualche esempio concreto: se la voce indica di “mantenere la destra o la sinistra”, significa che dovete preselezionare la corsia e prepararvi a svoltare. L’espressione “Svoltate a “ indica la direzione da prendere davanti ad un incrocio. Per “uscita” si intende la prossima uscita di una superstrada o dell’autostrada. A seconda del dispositivo utilizzato la scelta di funzioni, percorsi ed opzioni può essere effettuata con il sistema touch-screen o premendo pulsanti appositi.

Funzioni dei navigatori satellitari

Vi sono poi funzioni aggiuntive, che si suddividono in optional del software, che sono attinenti alla funzione principale (individuazione di itinerari e strade), ed optional dell’hardware, che consistono in servizi che rendono il navigatore un dispositivo “multifunzionale”.

Optional del software

Ecco alcune funzioni che possono essere attivabili sul navigatore satellitare mentre siete alla guida.

1) Reality View: è utile a dare indicazioni su eventuali rallentamenti che potremmo incontrare;
2) Antenna TMC: fornisce informazioni sul traffico in tempo reale e gratuitamente;
3) Lane Assistance: serve a selezionare in tempo la corsia più giusta;
4) Anticipazione della segnaletica: ci aiuta ad adeguarci ai segnali stradali che man mano incontreremo lungo il tragitto;
5) Speed Information: avvisa quando si sta andando troppo veloci, oltre il limite consentito;
6) Funzione di zoom: serve in alcune strade più difficili, per capire subito quali sono le manovre più corrette da fare;
7) Assistente di marcia e velocità;
8) Visualizzazione 3D: consente di tenere sotto controllo la situazione nel migliore dei modi;
9) Funzione Autovelox: è utile a segnalare eventuali postazioni con autovelox sulla strada.

Scelta del percorso

In molti casi può essere indispensabile avere una guida che ci dica quale percorso è meglio scegliere. Il navigatore satellitare possiede alcune funzioni aggiuntive in grado di aiutarci anche in questo. Ecco quali sono nello specifico:

1) Segnalazione dei parcheggi e delle stazioni di servizio lungo il percorso;
2) Segnalazione dei punti di interesse che si trovano lungo la strada;
3) Funzione “Evita” per sapere in anticipo dove è possibile compiere inversioni ad U o per evitare eventuali strade con il pagamento di pedaggio;
4) Segnalazione del percorso più rapido, breve e piacevole da guardare;
5) Carnet stradale, con la possibilità di accesso a venti differenti itinerari memorizzati nel dispositivo;
6) Funzione Quickspell: serve alla correzione di nomi di paesi, città o vie o per il completamento di informazioni al riguardo;
7) Possibilità di memorizzazione di differenti destinazioni.

A piedi e in bicicletta

Se si cammina a piedi o in bicicletta, se si è in giro per sport o per fini turistici, può essere utile ricorrere alle seguenti funzioni aggiuntive:

1) convertitore di valuta;
2) guide turistiche che segnalano ristoranti, monumenti, alberghi, ecc;
3) traduttore;
4) Per gli sportivi il dispositivo che rileva la frequenza del battito cardiaco.

Optional dell’hardware

All’occorrenza il navigatore satellitare può essere utilizzato per diverse attività anche divertenti, diventando mp3 ed mp4, lettore di schede SD, lettore di immagini e bluetooth per il cellulare.

2 Commenti

  1. SALVATORELECCA
  2. sandro maria casagrande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.