Sistemi di luce: come illuminare gli interni a norma con l’Europa

Sistemi di luce: come evitare l’abbagliamento

La normativa europea che regolamenta i sistemi di luce sui luoghi di lavoro definisce, in uno dei passi del testo di legge, che cosa si intende per fenomeno di abbagliamento. In concreto, l’abbagliamento si verifica nel momento in cui un soggetto è colpito da un disturbo della vista dovuto ad un’eccessiva luminosità di un oggetto o di una superfice che investe il proprio campo visivo. In tal caso si verifica l’abbagliamento che può essere di due differenti tipologie: un abbagliamento molesto o un fenomeno di abbagliamento mobilitante.

C’è, inoltre, un fenomeno di abbagliamento chiamato velante che si verifica quando il disturbo visivo è legato al riflesso di una superfice specchiata. Sui luoghi di lavoro i fenomeni di abbagliamento sono piuttosto frequenti ed è per questo motivo che la norma europea è intervenuta sulla questione per arginare e ridurre al minimo questi disturbi che – in alcuni casi – possono diventare anche particolarmente pericolosi per i lavoratori. L’abbagliamento nella sua forma molesta è un fenomeno frequente sui luoghi di lavoro chiusi e può essere causato direttamente dai sistemi di luce alimentati elettricamente ma anche dalla presenza di troppe finestre o aperture.

Il calcolo del valore di abbagliamento molesto non è semplicissimo: per effettuarlo, infatti, occorre tenere in considerazione aspetti diversi legati ai livelli di illuminazione generale del luogo di lavoro uniti con l’illuminazione di sfondo. La norma europea, inoltre, stabilisce che il calcolo di questo fenomeno deve essere inquadrato secondo la tabella CIE che serve proprio per identificare il livello di abbagliamento presente su un luogo di lavoro, indicato secondo la dicitura Unified Glare Rating. In tal senso, secondo la nuova norma europea, tutti i sistemi di luce pensati per portare l’illuminazione sui posti di lavoro devono riportare il valore di UGR.

I sistemi di schermatura contro l’abbagliamento

Evitare i disturbi legati all’abbagliamento sui luoghi di lavoro è possibile specie quando si interviene su progetti che riguardano stabilimenti industriali, uffici o negozi di recente costruzione. Le cose si complicano, però quando l’abbagliamento è presente all’interno di quelle strutture datate che difficilmente si adeguano con interventi superficiali.

In questi casi, infatti, è indispensabile prendere in considerazione altri strumenti. Quando una superficie di lavoro o qualsiasi oggetto presente all’interno di uno spazio viene percepito da un soggetto come eccessivamente luminoso, è fondamentale proteggere il campo visivo in questione e per farlo è possibile installare delle schermature sulle fonti luminose.

Per arginare questo fenomeno, che è parte dell’abbagliamento di tipo molesto, è possibile quindi applicare delle schermature sui sistemi di luce elettrici oppure provvedere ad illuminare gli ambienti con fonti luminose e schermature alte. Infine è bene tenere in considerazione che un’illuminazione eccessiva può essere ridotta anche mediante la scelta di materiali opachi e attraverso una pitturazione delle pareti con colori poco accesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.