Quali sono i pericoli degli oli essenziali?

Pericoli degli oli essenziali

I pericoli degli oli essenziali

La controversia sui pericoli degli oli essenziali rimane sempre aperta, nonostante il passare del tempo e il moltiplicarsi degli studi tesi a valutarne le caratteristiche.

Se la loro utilità è certamente fuori discussione, nel senso che è ampiamente e definitivamente documentata, la loro totale non pericolosità teoricamente legata alla “naturalità” lo è un pò meno.

Anzi, molto meno.

Qual’è il motivo di tanto scetticismo e preoccupazione?

E’ semplice. Gli oli essenziali, per loro natura, riescono ad entrare nel corpo attraverso la pelle. Ed è infatti questo il motivo per cui riescono ad agire ed essere efficaci.

Ma per l’organismo non è una grande notizia, dato gli effetti tossici degli oli essenziali sono altrettanto documentati rispetto loro proprietà terapeutiche.

Tossicità e capacità di penetrazione

Penetrando nell’organismo attraverso la pelle essi esercitano quindi tanto l’azione benefica, quanto quella eventualmente tossica.

In realtà le attuali conoscenze sulla capacità di penetrazione degli oli essenziali sembrano indicare che questo pericolo sia molto relativo.

Questo però nella misura in cui non esistono dati certi e completi sulle capacità di penetrazione delle singole componenti chimiche degli oli. Ne sul se e come esse riescano ad aprirsi la strada nel nostro organismo.

E’ vero che qualcosa entra, anche perchè se fosse diversamente gli oli essenziali non riuscirebbero neanche a svolgere le importanti azioni in termini officinali che vengono loro conosciute.

Ma quel che entra, la sostanza dannosa, viene individuata a priori e riferita alla tossicità dell’elemento, che risulta tanto più alta quanto più il corpo è suscettibile di essere danneggiato.

Diventa allora quanto mai importante capire che non si devono evitare tutti gli oli essenziali solo perchè esistono delle problematiche, note e circoscritte, al loro uso.

Bensì bisogna attenersi rigorosamente al consiglio medico e alle indicazioni degli esperti.

Essi possono innanzitutto spiegarvi quali siano gli oli pericolosi, quelli da non utilizzare in senso assoluto.

E in secondo luogo possono stabilire i dosaggi adatti per utilizzare gli altri senza correre rischi di sorta.

Diluire in olio di base

Quando si insiste spesso sulla necessità di impiegare un olio di base in cui diluire l’olio essenziale, ci si riferisce proprio a questo.

L’olio di cipresso, ad esempio, può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione perchè quando non è fresco sviluppa delle sostanze allergeniche.

Bisogna quindi utilizzarlo in percentuale minima e necessariamente diluito nell’olio di mandorle dolci, il “neutro” base per eccellenza.

Insomma, come per tutto nella vita, gli oli essenziali vanno utilizzati con intelligenza, altrimenti possono diventare nocivi, proprio come ogni sostanza naturale.

Oli essenziali meno pericolosi

In linea generale, alcuni oli essenziali possono essere utilizzati più tranquillamente degli altri.

Ma sempre facendo grande attenzione alla percentuale impiegata nella miscela o alla dose usata.

Gli oli essenziali “meno pericolosi” sono quelli:

  • timo
  • matricaria
  • rosmarino
  • menta piperita
  • camomilla

Una risposta

  1. Luisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.