Perchè è bene mangiare biologico?

Nel nostro paese ormai ci sono otto milioni di persone che hanno preferito mettere sulla propria tavola gli alimenti biologici a quelli tradizionali. Perché e quali sono i motivi che spingono i consumatori a scegliere di mangiare biologico?

Mangiare biologico a vantaggio della salute

Diversi sono i fattori e i motivi che portano una persona ad abbandonare i prodotti alimentari tradizionali per quelli biologici. Uno dei motivi principali, per cui si sceglie di mangiare biologico, è dettato dalla salvaguardia della propria salute: si è constatato che un alimento di qualità e genuino, che non sia contaminato da pesticidi, ma coltivato nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente, fa bene alla salute.

Puntare sulla qualità e non più sulla quantità della spesa è il motto dei consumatori biologici, che preferiscono spendere di più per avere in tavola un alimento genuino che apporti al proprio organismo i nutrienti di cui ha bisogno, piuttosto che il veleno dei pesticidi. Mangiare biologico significa favorire l’introduzione nel proprio corpo di una maggiore quantità di antiossidanti, vitamine, minerali, ferro, cromo, calcio e magnesio, che aiutano a mantenere sano e in forze il proprio organismo.

mangiare biologico

Questo proprio perché, nella coltivazione biologica delle materie prime, non vengono usati pesticidi chimici, per cui i prodotti che arrivano sulla tavola non contengono neurotossine, ciò permette di salvaguardare anche l’alimentazione dei più piccoli, che non rischiano di ingerire prodotti Ogm o tossine nocive al proprio sviluppo. Mangiare biologico significa anche scegliere a favore della natura, dato che i prodotti biologici sono coltivati secondo metodi che non sfruttano la terra e non inquinano l’ambiente.

Fondamentale è mangiare carne e latticini biologici, che non siano ricchi di ormoni o antibiotici che mettono a rischio la salute del consumatore. A tal proposito, va sottolineato come le aziende produttrici di alimenti biologici siano costantemente sottoposte a controlli rigorosi sia per quanto riguarda i metodi di lavorazione che gli stessi alimenti, che vengono riconosciuti e certificati come tali da apposite etichette.

Perché scegliere il biologico?

Come ogni novità, anche quella del mangiare biologico ha i suoi sostenitori e i suoi oppositori, e i prodotti biologici sono stati anche oggetto di ricerche da parte dell’Università di Stanford. Queste ricerche hanno portato ad affermare che i prodotti biologici non sarebbero più ricchi di principi nutritivi rispetto a quelli tradizionali, infatti il gruppo di ricerca sostiene che un cibo bio contenga solo in alcuni casi più fosforo rispetto a un alimento normale, senza presentare più proteine o meno grassi rispetto a un prodotto normale.

È sicuro che, nell’agricoltura biologica, l’uso di pesticidi chimici sia effettivamente nullo, eppure i ricercatori californiani hanno dichiarato che, anche negli alimenti trattati con i metodi tradizionali, i valori legati all’uso dei pesticidi chimici siano al di sotto della soglia consentita dalla legge, il che li confermerebbe non dannosi per la salute umana.

Come sempre, anche il settore del biologico viene continuamente coinvolto in discussioni, critiche e dibattiti, che possono avallare o meno le proprietà salutari degli alimenti biologici. L’unica certezza al momento condivisa da molti è che bisognerà presto modificare i metodi di coltivazione e di allevamento se tra quarant’anni si vorrà ancora sfruttare la terra e nutrirsi dei suoi prodotti.

Libri

  • Michela Trevisan, “Svezzamento secondo natura. Come e quando introdurre alimenti sani e biologici nella dieta del tuo bambino, evitando il cibo industriale e preconfezionato”, Terra Nuova Edizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.