Quali sono le proprietà dell’olio essenziale di Finocchio?

olio essenziale di Finocchio

Proprietà dell’olio essenziale di Finocchio

All’olio essenziale di finocchio si ascrivono quindi numerose virtù, in particolare quelel di essere:

  • digestivo
  • antinfiammatorio
  • diuretico
  • avversario dei gas intestinali
  • riduttore del gonfiore addominale.

Già così sarebbe molto, invece l’olio essenziale di finocchio è anche galattogogo. Cioè stimola la secrezione del latte e diventa quindi particolarmente utile nel periodo dell’allattamento.

Inoltre, dal momento che è diuretica aiuta anche la circolazione a scorrere ‘nel verso giusto’ e di conseguenza è un aiutino anche per la cellulite.

Come usarlo

Per quanto riguarda la modalità di utilizzo, ad ogni destinazione d’uso ne corrisponde una, premesso che comunque tutte vanno bene in generale:

Favorire la digestione

Il massaggio è la scelta più indicata perchè consente di sollecitare dolcemente la ‘zona’ e al contempo di far assorbire completamente l’olio.

L’olio di finocchio non può essere utilizzato puro, per cui occorre avere a disposizione un olio essenziale di base per poterlo mischiare.

In genere si usa l’olio di mandorle dolci, delicato e  lenitivo.

Al termine del massaggio, se possibile è il caso di stendersi per alcuni minuti sul letto o sul divano e di coprire lo stomaco con un panno di cotone tiepido o caldo.

Ridurre i gas intestinali

Questo è il problema per cui l’azione dell’olio essenziale di finocchio è maggiormente apprezzata e risolverlo è relativamente facile.

Diluire 1-2 gocce di olio di finocchio in un cucchiaio già riempito di miele e assumerlo rigorosamente dopo i pasti.

Per pasti si intendono il pranzo e la cena, non anche gli spuntini, per cui se si dimentica di prenderlo dopo il pranzo non è il caso di ‘rimediare’ dopo la merenda, a quel punto si aspetta la cena.

Favorire la secrezione lattea

Qui non si tratta tanto di massaggio quanto di leggera frizione, perchè l’area interessata è quella del seno, sulla quale si agisce 1-2 volte al giorno, senza intervenire sul capezzolo.

Attivare la circolazione

L’ideale per attivare la circolazione è il bagno in vasca.

L’acqua non deve essere molto calda e le gocce di olio essenziale di finocchio non più di 10-15.

Rimanere in completo relax per almeno 15 minuti e poi compiere lievi massaggi circolari sulle gambe, in particolare dove si accumula la cellulite.

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.