In cosa consiste il massaggio Breuss?

In che cosa consiste il massaggio breuss?

Le caratteristiche del massaggio Breuss

Il mal di schiena è un problema che purtroppo interessa molte persone, e nel tempo può diventare cronico e condizionare la vita quotidiana. Il massaggio Breuss si rivela alquanto efficace nella cura del mal di schiena e dei numerosi problemi legati all’apparato locomotore. Si tratta di una tecnica manuale delicata e dolce, capace di agire sia a livello fisico, che emotivo. Il massaggio crea una stimolazione dei dischi intervertebrali, creando ossigenazione e rigenerazione degli stessi, che possono essere intaccati da posture scorrette o perché si trascorre troppo tempo seduti.

Questa tecnica prevede tre fondamentali manipolazioni: l’allungamento della colonna vertebrale, cui segue la “pinza”, una posizione per distaccare le vertebre le une dalle altre, e infine il passaggio manuale sulle “apofisi vertebrali”, per distenderle in modo delicato. Con questo massaggio, unito al metodo Dorn, è possibile trovare soluzione ad una serie di problemi riguardanti la colonna vertebrale e le gambe: sciatalgie, lombalgie, disturbi osteo-muscolari, dorsalgie acute. Siccome le vertebre sono collegate a tutto il resto del corpo tramite i gangli nervosi, massaggiare la schiena aiuta a ritrovare un benessere totale ed armonioso.

Pur essendo adatto a tutti, questo tipo di massaggio non dovrebbe essere praticato su soggetti che hanno subito stiramenti o fratture per i quali è bene consultare uno specialista e fare le necessarie radiografie. Il massaggio non è consigliabile in caso di schiacciamento dei nervi o deterioramento dei dischi intervertebrali in seguito ad incidenti traumatici. Il massaggio Breuss si svolge in due fasi: la prima a secco, la seconda avviene utilizzando l’olio di iperico, che ha proprietà riscaldanti ed energizzanti. Verso la fine del trattamento si utilizza la carta di seta, che si stende sulla schiena, ricoprendola con un asciugamano. In questo modo le tensioni si sciolgono e si riscalda la spina dorsale. Le mani scorrono dalla testa fino ai piedi per distribuire meglio il calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.