Cos’è l’inquinamento acustico?

Che cos'è l'inquinamento acustico?

L’inquinamento acustico

L’inquinamento acustico è un problema che purtroppo colpisce numerose città. Si tratta di un alto numero di rumori che distraggono e non permettono di svolgere le funzioni regolari. Molte persone associano questo problema alle grandi città, ma in realtà si tratta di un problema che si sviluppa anche in contesti meno popolati. Alcuni ambienti, uffici o case private possono avere livelli troppo alti di rumore, avendo un impatto negative sulla salute e la produttività.

Le cause

Le cause dell’inquinamento acustico sono numerose e includono rumori causati da agenti esterni spesso non controllabili. Chi vive nei pressi di un aeroporto conosce il fastidio del rumore degli areoplani. Il traffico tipico delle grandi città è un tipico problema di inquinamento acustico. Abbiamo poi i rumori che si trovano in vari luoghi di lavoro o addirittura in casa. Le fabbriche, i cantieri, gli aeroporti e le strade sono il simbolo dell’inquinamento acustico.

Effetti negativi sulla salute

Molti studi hanno dimostrato che l’inquinamento acustico ha effetti negative sul benessere psico-fisico delle persone. Il livello di percezione oltre il quale si parla di vero e proprio inquinamento acustico è stabilito sopra i 90 decibel.

I danni sono classificabili come segue:

  • Effetti di danno
    una vera e propria alterazione delle funzioni di un organo; il danno può essere specifico o non specifico.
  • Effetti di disturbo
    un alterazione momentanea di un organo.
  • Annoyance
    una situazione di fastidio e nervosismo, spesso data da una serie di fattori differenti e quasi sempre personali.

Il rumore avrà un effetto negativo su molti aspetti della vita quotidiana di un individuo:

  • Produttività
    il rumore è fonte di distrazione e per questo motivo avrà un impatto negativo sulla produttività;
  • Salute
     i problemi maggiori riguardano l’impatto negativo che il rumore ha sulla salute generale della persona. L’inquinamento acustico è un fattore che aumenta notevolmente la sensazione di stress, che può diventare cronico. Nei casi peggiori può aumentare il rischio di problemi cardiaci, muscolari e mentali. Ha ovviamente effetti negativi sulla qualità del sonno, che è un fattore di estrema importanza per il benessere psico-fisico.

Come combattere l’inquinamento acustico

Non è semplice combattere l’inquinamento acustico soprattutto quando ci si trova in un centro urbano. Tuttavia sono sufficienti alcuni accorgimenti per migliorare la situazione. Infissi con vetri doppi, delle guaine che siano fonoassorbenti che si possono applicare sia ai pavimenti che alle pareti.

Utilizzati dei tappi per dormire, vi aiuterà ad addormentarvi più facilmente, evitando dei risvegli notturni che interrompono il sonno. Inoltre molti rumori sono evitabili con il buon senso e l’educazione, ma anche questo è un tema difficile da risolvere. Se potete, forse la soluzione migliore è quella di allontanarvi dalla città, dalle fabbriche e dagli aeroporti, niente è meglio del silenzio e della pace della natura.

2 Commenti

  1. gabriele venghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.