Cosa sono gli elevatori per disabili?

Contenuti della guida:

Elevatori per disabili: caratteristiche e funzioni

Gli elevatori per disabili (in vendita su http//:www.contactsrl.it) sono dei veri e propri ascensori che vengono installati dentro casa, in genere in quelle case monofamiliari o villette che si sviluppano su più piani, per rendere facili gli spostamenti di persone diversamente abili, soprattutto se costrette in carrozzina. Si tratta di elevatori diventati ormai affidabili e sicuri e che oggi godono anche di un design sobrio ed elegante, che permette di coniugare le esigenze e le necessità funzionali del trasporto verticale ai più moderni e ricercati canoni estetici.

Gli elevatori per disabili ormai rappresentano una soluzione ideale e la più adatta per abbattere le barriere architettoniche, laddove non sarebbe possibile: che si tratti di case più vecchie o più moderne, in genere quando si costruisce non si pensa alla possibilità che i futuri padroni di casa possano aver bisogno di un supporto per muoversi all’interno dell’abitazione più facilmente.

elevatori per disabili

Per questo lo sviluppo e l’installazione di elevatori per disabili oggi è diventato importante, perché offre la possibilità di poter usufruire di un apparecchio sinonimo di quella libertà e di quella autonomia motoria che anche un diversamente abile o una persona anziana possono così ottenere.

Quante volte le scale hanno rappresentato un vero e proprio ostacolo difficile da superare per chi soffre di mobilità ridotta? Scivolate, vertigini o traumi possono costituire un impedimento enorme per chi non riesce a muoversi in piena autonomia, per questo l’installazione di appositi elevatori per disabili costituisce la risposta più idonea all’abbattimento totale delle barriere architettoniche di una casa. Gli elevatori per disabili, inoltre, non arrecano nessun tipo di fastidio acustico o estetico, infatti, sono silenziosi e semplici da installare e riescono a integrarsi perfettamente in qualsiasi tipo di ambiente domestico riuscendo a sposarsi con qualsiasi stile d’arredamento, grazie all’esclusività di alcuni modelli.

Al momento dell’installazione, infatti, è possibile scegliere tra una vasta gamma di accessori e finiture ed è possibile optare anche per il tipo di dimensioni dell’elevatore, se più piccole o più grandi, il tutto per poter offrire solo le migliori prestazioni quanto a efficienza e valore estetico dell’apparecchio. Per questo, sebbene l’installazione di elevatori per disabili in casa possa sembrare un problema insormontabile, se se ne ha la necessità, oggi non è difficile inserire nel contesto domestico un elevatore per disabili, anche all’interno di strutture più datate. Sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista tecnico, gli elevatori per disabili non sono più impensabili in casa e non rappresentano un grosso ostacolo.

Esistono diversi tipi di elevatori in commercio, dotati di caratteristiche tali da superare la maggior parte dei vincoli dovuti a problemi tecnici e architettonici, anzi ora anche grazie alla normativa vigente che prevede delle agevolazioni fiscali, è diventato più conveniente ricorrere all’elevatore in casa. Molti modelli consentono l’installazione sia interna che esterna all’abitazione, e in questo caso la scelta è soprattutto di tipo estetico oltre che funzionale, dato che un elevatore esterno deve amalgamarsi con la struttura dell’abitazione.

Quindi, i modelli più consigliati come elevatori per disabili esterni sono quelli caratterizzati dalla struttura in alluminio a castelletto, decisamente preferibile a quella in muratura perché si può adattare con facilità a tutte le situazioni e a tutti i contesti architettonici, sempre con la garanzia di ottenere la migliore fruibilità degli spazi senza modificare, alterare o condizionare il contesto circostante.

Da sottolineare che la nuova Direttiva Europea 2006/42/CE ha permesso di ampliare l’offerta degli elevatori per disabili, che oggi sono disponibili anche con porte automatiche scorrevoli a due o quattro ante, fattore che consente di eliminare la manovra “a uomo presente”, sostituendola con quella automatica, più pratica e veloce.

Condivi l'articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.