Cosa fare se il bambino si copre di bollicine?

In estate niente di più facile. Il caldo è tanto, si suda di più e non è infrequente che i piccoli si presentino da un momento all’altro coperti di bollicine.


Piccole bollicine, nulla di preoccupante che faccia pensare ad altro, anche se ovviamente deve essere il pediatra a stabilirlo. Quelle a cui ci riferiamo sono delle bollicine minuscole, quasi sottopelle oppure poco sopra, che non sembrano dare fastidio al bambino ma che improvvisamente gli ricoprono le braccia, le gambe e soprattutto la schiena.

E sono tanto più preoccupanti quanto più il bambino è piccolo e i genitori se le trovano davanti per la prima volta. In realtà, una volta escluso che si tratti di altro, non c’è alcun motivo per allarmarsi, perchè nove volte su dieci sono dovute al sudore. I piccoli sudano esattamente come noi, anzi spesso di più, perchè stanno seduti nel passeggino, nel seggiolino della macchina, nel seggiolone per mangiare, e in tutte queste occasioni la schiena, in modo particolare, si trova a contatto con tessuti che non sempre sono traspiranti.

Il primo passo è quindi comprare il copripasseggino e il copriseggiolino da auto, che ammortizzano un pochino perchè fatti di spugna o microfibra. Non si tratta di un rimedio ma di una panacea, nel senso che da queste coperture deriva un pò di sollievo, ma il problema non si risolve: se il piccolo ha la pelle sensibile e facile agli arrossamenti, la sua pelle si arrosserà.

Bisogna quindi agire su un altro fronte, quello della pulizia e della cura della pelle. Per lavarlo, a meno di non ricevere indicazioni su prodotti specifici da parte della pediatra, si può utilizzare il classico bicarbonato di sodio, oppure l’amido di riso. Basta aggiungerne un poco nell’acqua del bagnetto e lavarlo con uno dei due, che sono più delicati sulla pelle e svolgono anche un’azione lenitiva.

Dopo aver pulito bene la pelle del piccolo, si passa quindi all’idratazione, con creme leggere che prevedano un’azione mirata contro arrossamenti e piccoli eczemi, quindi ricche di principi attivi emollienti e sfiammanti.  Lo scopo di queste creme deve essere preservare e rinforzare la barriera cutanea, e proteggere e lenire i disagi conseguenti ad una eccessiva secchezza cutanea, oltre ad una tendenza alle irritazioni.

L’occasione è anche utile per fare un piccolo massaggio al bambino, come raccomandano tutti gli esperti….e in questo caso potremmo essere noi a coprirci di bolle per lo sforzo di tenerlo fermo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.