Come si risolvono i problemi della lavastoviglie?

La lavastoviglie come descritto in altri articoli è un’ ausilio davvero utile in cucina, poiché ci consente un notevole risparmio in termini di tempo e fatica. Spesso, come per tutti gli elettrodomestici, può essere vittima di guasti e problemi tecnici. Di seguito, vi offriamo una breve guida che riguarda tutti i guasti e gli inconvenienti relativi alla lavastoviglie, ed anche tanti ottimi consigli per risolvere questi problemi da sé, senza essere costretti a chiedere l’ intervento da parte di un tecnico specializzato.

Come si risolvono i problemi della lavastoviglie?

Lavastoviglie: guasti e soluzioni

Di seguito vi forniamo un’ elenco dei possibili guasti o malfunzionamenti di cui sono spesso vittime le lavastoviglie, ed anche tutte le varie soluzioni o gli interventi che potrete tentare per risolvere i problemi. Ma quali sono i problemi più comuni con la lavastoviglie e come si possono risolvere?

Non funziona con nessun programma

Le cause possibili sono:

  1. la spina nella corrente non è inserita nella presa
  2. il tasto per l’ avvio non è selezionato
  3. non è stato selezionato nessun ciclo
  4. è stato programmato un’ avvio posticipato

Se nessuna di queste opzioni è quella che vi riguarda, allora vi consigliamo di rivolgervi ad un tecnico

Non carica acqua

Le cause possibili sono:

  1. il rubinetto dell’acqua è chiuso
  2. il filtro del flessibile è ostruito
  3. il filtrino del tubo è intasato
  4. si è inserita una protezione antiallagamento
  5. il sifone dell’acqua è ostruito

Le soluzioni possibili a quanto esposto sopra, sono:

  1. aprire il rubinetto dell’acqua
  2. pulire il filtro del flessibile
  3. contattare l’assistenza tecnica
  4. liberare il sifone dell’acqua

Non scarica acqua

Le cause possibili sono:

  1. il filtro è sporco
  2. il tubo per lo scarico è piegato
  3. la prolunga del tubo di scarico non è sistemata nel modo giusto

Le soluzioni possibili sono:

  1. estrarre il filtro per pulirlo
  2. sistemare il tubo di scarico
  3. sistemare la prolunga del tubo nella giusta posizione

Scarica acqua in continuazione

  1. La cause possibili possono essere una posizione troppo bassa del tubo di scarico.
  2. La soluzione possibile è quella di alzare un po’ il tubo di scarico

Non si sentono ruotare gli irroratori

Le cause possibili sono:

  1. un dosaggio eccessivo di detersivo
  2. la presenza di un’ elemento che blocca il movimento rotatorio degli irroratori

Le soluzioni possibili sono:

  1. ridurre il detersivo
  2. controllare come sono posizionate le stoviglie

Perde acqua

Le cause possibili sono:

  1. le guarnizioni dello sportello non funzionano poiché sono danneggiate
  2. la formazione di troppa schiuma

Come intervenire:

  1. Se vi è troppa schiuma vi consigliamo di usare un detersivo apposito
  2. Se le guarnizioni dello sportello sono ancora rotte, chiamate l’assistenza tecnica

E’ molto rumorosa

Le cause possibili sono:

  1. le stoviglie sbattono una contro l’ altra
  2. i bracci rotanti vanno ad urtare le stoviglie
  3. una stoviglia si è rotta

In questi casi dovrete controllare come sono posizionate le stoviglie, e sistemarle nei cesti, rimuovendo se necessario quelle che si sono rotte.

Se le stoviglie non sono pulite bene potrebbe darsi che:

  1. non avete selezionato il ciclo di lavaggio corretto
  2. non avete caricato nel modo giusto le stoviglie
  3. il detersivo non è stato dosato correttamente
  4. gli irroratori sono otturati
  5. il filtro è sporco
  6. avete usato troppo brillantante

Come usare la lavastoviglie nel modo giusto

Spesso i guasti alla lavapiatti sono originati da sfortuna, ossia da componenti della macchina che si guastano. Ma molte volte il guasto è provocato, o comunque facilitato, da errati comportamenti nell’uso di questo elettrodomestico. Vediamo quindi come usare bene la lavastoviglie per ridurre il rischio di guasti.

Usare la lavastoviglie

Per prima cosa, i programmi, che si differenziano in base alla temperatura di lavaggio, alla durata e alla quantità di acqua che viene impiegata. Generalmente ci sono un programma a mezzo carico, per quando la lavastoviglie non è del tutto piena, poi uno a pieno carico, uno di prelavaggio (per sciacquare le stoviglie se non si può subito procedere con il lavaggio completo) e uno ‘autowash’, o ‘ecologico’, che autoregola i consumi e la durata in base al livello di sporco e alla quantità di stoviglie.

Il programma di base, quello a pieno carico, è adatto per tutte le stoviglie mediamente sporche, ad eccezione di quelle delicate, mentre l’intensivo, sempre a pieno carico, è indicato per le stoviglie molto sporche e per lo sporco bruciato, mentre non va bene per le stoviglie delicate. Il programma breve è adatto per i piatti poco sporchi e consente un notevole risparmio di tempo, e infine l’eco funziona meglio nel caso delle stoviglie delicate, perchè riduce le temperature e permette così di risparmiare.

Cosa lavare nella lavastoviglie

Questa è una domanda che prima o poi tutti si pongono, e allora cerchiamo di fornire qualche indicazione precisa:

Oggetti SI. Vetro e pyrex, se garantiti dal produttore come lavabili in lavastoviglie; ceramica e porcellana, sempre con il ‘benestare’ del produttore; posate; pentole in acciaio inox e antiaderenti; argento, ma va asciugato subito dopo il lavaggio.

Oggetti NO. Vetro decorato, posate con manici in legno o madreperla, pentole con manici in legno, pentole in alluminio rame ottone o peltro, oggetti in plastica non termoresistente, stoviglie con decorazioni a mano.

Detersivo

Per quanto riguarda il detersivo, si può scegliere tra le pastiglie di detersivo pre-dosato, il gel liquido ad alta solubilità e il detersivo in polvere. La combinazione di programma di lavaggio e prodotto è fondamentale per ottenere sempre i migliori risultati.

Ad esempio, per i cli con prelavaggio e per i cicli lunghi sono più inidicate la tabs, mentre per i cicli brevi ed eco è più indicato il gel per via della sua elevata solubilità. Sono inoltre necessari dei piccoli accorgimenti, non solo per ottenere risultati apprezzabili, ma anche per garantire lunga vita alla lavastoviglie.

Sale

Il sale serve per addolcire l’acqua ed evitare che si formi del calcare; il brillantante facilita l’asciugatura prevenendo la formazione di aloni; il deodorante contrasta i cattivi odori. Conosciamoli nel dettaglio. Il sale è particolarmente utile quando si usano detersivi multifunzione, per cui non bisogna dimenticare di controllare che sia presente.

Brillantante

Il brillantante non solo rende più facile l’asciugatura delle stoviglie, ma aiuta anche ad ottenere risultati brillanti, particolarmente apprezzabili sui bicchieri. Il dedorante svolge invece l’importante funzione di eliminare il cattivo odore che inevitabilmente si forma nella lavastoviglie, e agisce rilasciando gradualmente una fragranza che lo elimina, ‘mettendo’ al suo posto un gradevole profumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.