Come fare per curare le piante grasse?

Chi non ha il pollice verde ma ama le piante conosce senza dubbio le piante grasse. Queste piante sono meravigliose e non hanno grandi necessità da soddisfare. Le piante grasse non richiedono tante cure ma sono belle sia in casa che all’esterno. Anche se non hanno bisogno di grande attenzione è bene conoscerle per capire di cosa hanno realmente bisogno.

Curare le piante grasse

Belle e senza pretese, sono delle piante perfette per coloro che pur amando il regno vegetale non hanno grandi capacità nella cura di piante e quant’altro. Anche se sono pochi i loro bisogni, per curare le piante grasse dovrete tuttavia considerare che sono sempre e comunque degli esseri viventi che hanno delle necessità primarie da soddisfare.

curare le piante grasse

Per curare le piante grasse al meglio e farle crescere vitali e forti, è bene che seguiate qualche utile consiglio.

Per prima cosa le piante grasse sono originarie del deserto e a tal proposito  necessitano di un ambiente particolare. Sono piante che resistono anche se vengono annaffiate di rado e sopportano climi aridi, ma non vuol dire che non abbiano bisogno di acqua o di luce. Una scarsa luce o delle temperature troppo basse, inferiori ai 5 gradi possono infatti essere dannose per queste piante.

Per quanto riguarda la luce è bene che le vostre piante grasse vengano posizionate in un punto della casa assolato, e se possibile in un ambiente dove vi sia una buona areazione. L’aria infatti è fondamentale per ogni pianta visto che aiuta lo svolgimento della sintesi clorofilliana e anche l’assorbimento di nutrimento dal terreno. No alle correnti di aria diretta.

E’ bene che consideriate con attenzione che queste piante provengono da zone particolari e  sono sottoposte originariamente a periodi di pioggia e di siccità che si alternano. Dovreste quindi cercare di creare anche in casa questa stessa situazione, reinterpretandola a dovere. Durante l’inverno annaffiate molto poco e durante l’estate aumentate l’innaffiatura.

Sappiate che vi sono alcune specie particolari come le caudiciformi che riposano durante il periodo estivo e quindi avranno bisogno di essere annaffiate poco durante il periodo estivo e più frequentemente durante la stagione invernale. E’ possibile innaffiare queste piante una volta al mese durante la stagione fredda e fino a due volte a settimana durante l’estate. Tuttavia durante la stagione calda è bene evitare che la pianta si disidrati e per questo motivo è bene spruzzarla utilizzando un vaporizzatore ogni 3 settimane circa. Sappiate che l’annaffiatura dipende anche dalla quantità di terra presente.

Il terriccio ideale per una pianta grassa è composto da diverse materie prime con una sabbia lavata in modo ottimale e una torba che non sia eccessivamente fibrosa. Per curare le piante grasse dovrete assicurarvi di offrire loro il supporto ideale: per ottenere il terriccio perfetto potrete mescolare tre parti di sabbia e una di torba e far diventare il composto leggero e drenante con l’aggiunta di agriperlite. Per quanto riguarda i macro elementi non dimenticate l’azoto e il fosforo, mente per i micro elementi sappiate che sono essenziali e non possono quindi mancare calcio, ferro e zolfo.

Una risposta

  1. rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.