Come eliminare i punti neri?

Eliminare i punti neri

Quelli che comunemente chiamiamo punti neri, scientificamente prendono il nome di comedoni e compaiono soprattutto su fronte, mento e naso come piccoli inestetismi di colore scuro. Le pelli maggiormente soggette a questo tipo di inestetismo sono quelle grasse o oleose. I punti neri nascono quando i follicoli della pelle si dilatano e vengono ostruiti dal sebo che successivamente, ossidandosi a contatto con l’aria, conferisce il caratteristico colore nero.

Per prevenire la loro comparsa è utile seguire una dieta ricca di frutta e verdura ed evitare cibi con grassi e zuccheri in eccesso. È molto importante bere acqua in abbondanza, che purifica l’organismo e idrata la pelle.

Essenziale, poi, risulta la detersione quotidiana del viso, che va effettuata con detergenti specifici, adatti al proprio tipo di pelle e capaci di agire in profondità. Almeno due volte a settimana è utile effettuare scrub delicati per il viso. Possono aiutare anche maschere purificanti e l’applicazione di tonici astringenti, una volta terminata la detersione del viso. Per rimuovere i punti neri, è decisamente sconsigliato usare le mani nude perché si rischia di creare infezioni e produrre piccole ferite.

Il metodo più adeguato consiste, invece, nel preparare degli impacchi con acqua molto calda da applicare nei punti interessati, oppure far bollire dell’acqua in una pentola per poi esporre il viso al vapore, per una decina di minuti, coprendo la testa con un asciugamano. In questo modo i pori si aprono e la rimozione delle impurità risulta più facile.

A questo punto si prosegue con un’esfoliazione delicata. Successivamente si può passare alla rimozione, coprendo le dita con della garza e procedendo a schiacciare i comedoni fino a far uscire tutto il sebo. Alla fine dell’operazione bisogna disinfettare la zona interessata.

In commercio esistono dei cerotti, creati per rimuovere punti neri e altre impurità, da applicare e poi tirar via. Questi, tuttavia, non sempre riescono a rimuoverli in profondità, limitandosi ad agire superficialmente. Al termine del loro utilizzo, si deve comunque sempre applicare una crema idratante perché generalmente lasciano la pelle piuttosto secca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.