Che cos’è il crowdfunding?

Tutte le difficoltà legale alla crisi economica, quelle legate alla richiesta ed alla concessione di un finanziamento, in alcuni casi hanno stimolato la creatività e rivalutato una pratica di microfinanziamento dal basso, ovvero il crowdfunding.

crowdfunding italiani e il progetto Effood

È una processo che permette, grazie alla collaborazione di un gruppo di persone, che tramite l’utilizzo del proprio denaro riescono a finanziare un progetto. Il crowdfunding ha visto una rifioritura negli ultimi decenni, forse proprio a causa della crisi che ha investito in maniera più o meno pesante molti paesi e quasi tutti i settori della produttività. Persino nel nostro paese, i crowdfunding italiani hanno visto un exploit non indifferente, permettendo il finanziamento di un grande numero di progetti che altrimenti sarebbero stati cestinati e mai portati a compimento. Questo processo viene sfruttato ormai anche da associazioni, enti, comuni anche per il finanziamento di opere pubbliche.

La nascita del progetto Effood

Riguardo i crowdfunding italiani possiamo segnalare un progetto degno di nota, che sta riscuotendo molto successo, grazie ai suoi obiettivi di valorizzazione del territorio e di integrazione culturale. Stiamo parlando del Progetto Effood, pensato per valorizzare i prodotti tipici favorendo allo stesso tempo l’integrazione, la diversità biologica, la cultura delle tradizioni. Non esiste modo migliore di promuovere la diversità ed il dialogo interculturale europeo, che incoraggiando e favorendo la diffusione dei prodotti tipici legale alla preparazione di ricette locali. Il progetto è stato considerato tra le best practices della Commissione Europea, proprio grazie al suo respiro internazionale strettamente legato, però, alle pratiche del territorio e alle tradizioni gastronomiche locali. Il progetto vedrà la sua realizzazione nell’European festival of local food, dove tutte le aziende possono proporre i loro prodotti tipici. Tutto ciò si svolgerà nel borgo di Cotugno, nel suggestivissimo territorio Irpino. Un altro importante obiettivo è appunto quello di recuperare il borgo che versa ormai in uno stato di abbandono, grazie proprio al contributo della collettività Il primo step del progetto è infatti quello di recuperare e ristrutturare gli edifici abbandonati, che saranno poi adibiti come spazi per ospitare gli stands all’interno del festival. Si potrà partecipare come pubblico o come espositori di prodotti tipici locali e per l’occasione i giovani, grandi sostenitori del progetto, prepareranno delle ricette tradizionali.

Una piastrella come donazione

Un piccolo sforzo può significare tanto. Molti piccoli sforzi potranno finanziare questo bellissimo progetto che lega il dialogo interculturale, la tradizione gastronomica, la valorizzazione del territorio, il recupero di un borgo abbandonato e fa della diversità un valore assoluto. Per aiutare la realizzazione del progetto basta dare un piccolo contributo, che consiste nella donazione simbolica di una piastrella, che insieme al vostro nome, andrà a ricoprire gli ambienti recuperati e destinati alle cucine. Un piccolo gesto simbolico, per il recupero delle nostre tradizioni e per fare della diversità un valore aggiunto. Per scoprire nel dettaglio il progetto ed effettuare una donazione si veda: https://www.kickstarter.com/projects/866964619/effood?ref=nav_search

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.