Che cos’è il busking?

Il busking è l’attività svolta dagli artisti di strada, che prendono il nome di “busker” e che si esibiscono in strada o in posti pubblici in modo”gratuito”. Per gratuito si intende che il guadagno di questi artisti è a discrezione del pubblico. Gli artisti di strada esistono da secoli e in ogni parte del mondo. Le discipline in cui i vari artisti si esibiscono sono molte tutte con l’intento di offrire al pubblico che popola le strade di ogni città un’esibizione artistica.

Buskers e busking

Gli artisti di strada o busker sono coloro che scelgono zone pubbliche come piazze o strade per offrire un’esibizione artistica di qualsiasi tipo, attività detta busking. L’obiettivo è di regalare al pubblico un vero e proprio spettacolo che possono essere di vario tipo. Giocolieri, ballerini, musicisti e tanto altro ancora si esibiscono per il pubblico con l’intento di affascinare e divertire grandi e piccini e guadagnare quanto il pubblico crede meritino i vari artisti.

Ovviamente chiunque può esibirsi in strada nel busking, ma essere un’artista di strada significa svolgere quest’attività come una professione vera  e propria. Sfruttando le proprie doti artistiche, la strada può divenire il palcoscenico iniziale per diventare popolari e famosi e intraprendere il busking come una vera e propria attività lavorativa. Alcuni noti esempi di artisti di strada che hanno raggiunto il successo sono: Jimmy Buffett, Bob Hope, e i fondatori del noto e apprezzato “Cirque du Soleil”, Musicisti, maghi, giocolieri e quant’altro, possono guadagnare intrattenendo le persone con la forma di arte che hanno scelto.

busking

L’arte di strada esiste da secoli in ogni parte del mondo. Con gli anni questa forma di arte è andata purtroppo sparendo tra la tecnologie e le forme di intrattenimento più moderne, mentre un tempo gli artisti di strada erano un must per ogni festa. Ma in molte città europee si  incontrano ancora numerosi artisti di strada che guadagnano con la loro arte.

Normativa per gli artisti di strada

La prima vera e propria legge per i busker risale alla Roma del  462 a.C. Questa forma di arte era proibita all’interno delle 12 tavole, che stabilivano la morte per coloro che eseguivano in modo pubblico, una parodia o un canto diffamatorio.

Stati Uniti e Unione Europea garantiscono oggi la libertà di espressione. Molto spesso l’attività degli artisti di strada è comunque regolamentata dal Comune in questione che permette l’esibizione sono in determinate zone e orari. Lo scenario europeo per numerose città prevede che gli artisti di strada possiedano una vera e propria licenza, che si ottiene attraverso un’audizione.  Altri casi prevedono che venga fatta dall’artista una semplice richiesta in caso vi sia l’uso di amplificatori.

In Italia vi era un articolo che disciplinava l’attività degli artisti di strada. L’art.121 del TULPS abrogato nell’anno 2001 stabiliva che gli artisti di strada dovessero iscriversi in un albo comunale. L’abrogazione di questa legge ha creato uno scenario confuso, dove ogni Comune sceglie più o meno come vuole i limiti da imporre agli artisti di strada. In alcuni casi viene applicato il totale divieto, mentre in altri vi sono regolamenti specifici

Ferrara Buskers Festival

Ferrara è la città italiana che ospita il Ferrara Buskers Festival, dove partecipano gli artisti di strada di ogni città del mondo. È un appuntamento annuale che avviene gli ultimi dieci giorni di agosto a partire dal 1987.

3 Commenti

  1. fuori orario
  2. Pietro Festa
  3. Dome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.