Salute - articoli in archivio

  • Come difendersi dalle meduse?

  • Terrorizzano tutti, ma è difficile resistere al piacere del tuffo estivo in mare anche se resta sempre la domanda su come difendersi dalle meduse. Come difendersi dalle meduse Alcune volte una nuotata in mare diventa un’esperienza poco piacevole, soprattutto se ci imbattiamo in una medusa. E allora come fare in caso di puntura da medusa? Ecco allora tutto quello che è importante sapere sull’argomento per capire come difendersi dalle meduse. Ma soprattutto quali sono i metodi per contrastare il bruciore il caso di contatto. La medusa è un animale marino della specie dei planctonici, si riproduce attraverso processi sessuati ed

  • Come si riconoscono i sintomi di un ictus cerebrale?

  • Non tutte le persone affette da Ictus cerebrale muoiono immediatamente. Talvolta, dopo uno svenimento, possono sembrare perfettamente ristabilite, eppure il pericolo non è del tutto scampato. Riuscire a riconoscere i sintomi dell’ictus può consentire d’intervenire in tempo, salvando una vita.

  • Come prestare soccorso in caso di incidente stradale?

  • Se si assiste ad un incidente stradale, quand’anche non si venga coinvolti direttamente col proprio veicolo, vige l’obbligo per legge d’intervenire e prestare il primo soccorso compatibilmente con le proprie competenze, in attesa che giungano i mezzi d’emergenza. Intervenire su un ferito non è certo semplice e bisogna sapere come comportarsi per non aggravare le sue condizioni.

  • Abbronzatura artificiale: cosa si deve sapere?

  • La tintarella è bella, questo è sicuro, ma costa fatica, impegno e soprattutto richiede il sole. E il sole è disponibile solo nella bella stagione.

    Ma se vogliamo avere un bel tono scuro, che fa molto salute e anche moda, durante la brutta stagione? Oppure in attesa delle ferie che ci porteranno finalmente al mare? O ancora, non vogliamo andare in vacanza con quel colorito bianco che fa molto inverno?

  • Abbronzatura naturale: cosa si deve sapere?

  • L’estate è alle porte, e il sole, tanto atteso dopo un lungo inverno, potrebbe di fatto trasformarsi in un pericoloso nemico da temere, se non ci espone ai suoi raggi con criterio e moderazione. Certo non bisogna neppure cedere ai facili allarmismi che circolano puntualmente ogni estate, e cioè che il sole è malato, che provoca danni alla pelle, aumenta il rischio di contrarre tumori, ecc.

    La parola d’ordine è: prudenza.

    Se si seguono le indicazioni di questa guida e ci espone ai raggi solari in modo attento e senza strafare, la pelle non subirà alcun tipo di danno. Anzi!

  • Come combattere la sensazione di debolezza e svenimento?

  • Il caldo e la fatica, portano molto spesso a un abbassamento di pressione che causa la maggior parte delle volte una debolezza improvvisa. Esistono dei metodi che aiutano a prevenire e evitare di essere vittima di questo problema che in alcuni casi e in alcuni soggetti può portare allo svenimento. Lo svenimento porta a una vera e propria perdita della coscienza che dura soltanto pochissimi minuti e permette successivamente un rapido recupero. Si può controllare la sensazione di debolezza e di svenimento evitando di incorrere in questi spiacevoli episodi senza sapere come comportarsi.

  • Cosa fare in caso di rottura del termometro a mercurio?

  • Il termometro a mercurio è ancora oggi uno degli strumenti più diffusi nelle nostre case, e questo nonostante l’avanzare di versioni più moderne di questo apparecchio di misura, che sono prive del grigio metallo. Ed essendo in vetro la sua rottura, per urti o cadute, è sempre molto frequente. Non tutti sanno però che il mercurio è molto velenoso, sia al contatto che per i suoi vapori, e che l’eventuale rottura del termometro, con fuoriuscita del metallo, è una vera e porpria “emergenza casalinga”, che va gestita con molta cautela e attenzione. Ecco come fare!

  • Che cos’è e come curare la rizoartrosi?

  • Prima di capire come curare la rizoartrosi dobbiamo sapere cosa sia e cosa provoca. Le persone colpite dalla rizoartrosi hanno difficoltà a svolgere alcune semplici attività quotidiane, come alzare un piatto, girare la chiave nella serratura, prendere un libro da leggere o aprire il rubinetto dell’acqua. La rizoartrosi è una malattia invalidante, abbastanza diffusa ma poco conosciuta nel dettaglio, che colpisce le articolazioni che uniscono la base del pollice alla mano. In genere chi è colpito da questo male all’inizio crede si tratti di uno dei tanti problemi articolari che prima o poi finiscono, ma poi si rende conto che

  • Come eliminare il gonfiore addominale?

  • Eliminare il gonfiore addominale, un fastidioso disturbo fisico assai comune, è possibile. Il problema può essere risolto, o almeno attenuato, seguendo qualche regola salutare sia nelle abitudini alimentari, che nello stile di vita in generale. Succede a molte persone, anche se sono in regola con il peso forma e piuttosto magre e longilinee, di avere spesso la pancia gonfia. Le cause di questo problema molto comune sono diverse, e non derivano solo da un accumulo di grassi. Anche l’ansia e lo stress possono provocare tensione e gonfiore addominale, che si aggrava ulteriormente con le cattive abitudini alimentari e uno stile

  • Che cos’è la rinite allergica?

  • La rinite allergica o l’allergia nasale è la condizione più comune di allergia, che colpisce a qualsiasi età. Si stima che circa il 10-15% della popolazione generale soffre di questo disturbo. La rinite allergica anche chiamata raffreddore da fieno o raffreddore allergico è un’allergia molto diffusa. Una vera e propria infiammazione nasale in risposta a un allergene. Secondo l’intensità, può essere addirittura invalidante e può ridurre la qualità di vita della persona significativamente, anche se la malattia stessa non è pericolosa. Che cos’è la rinite allergica La rinite allergica è una condizione infiammatoria della mucosa (membrana interna) e le strutture

  • Quando si rischia lo shock termico?

  • Lo shock termico consiste in uno sbalzo di temperatura intenso e rapido che può provocare conseguenze anche fatali per l’organismo. Il corpo, quando la temperatura cambia in maniera troppo repentina, non riesce ad attivare il necessario adattamento, sia in caso di caldo estremo, che di freddo intenso. La cronaca riporta spesso episodi di shock termico che provocano la morte di chi ne è colpito, soprattutto in estate, quando molti bagnanti perdono la vita buttandosi in acqua dopo aver mangiato. Ma vediamo cosa succede nell’organismo quando si verifica uno shock termico e quando può essere letale. Il sistema circolatorio del nostro

  • Che cos’è la malattia di Raynaud?

  • La malattia di Raynaud è una condizione che colpisce alcune parti del corpo come le dita, la punta del naso e le orecchie, che diventano insensibili e fredde a causa delle basse o dello stress. Si verifica con delle crisi di cianosi, dove le arterie che provvedono a portare nel modo corretto il sangue verso le estremità del corpo, come le mani e i piedi e provocano dei problemi circolatori. Questo tipo di disturbo in alcuni casi è ereditario.

  • Cos’è l’infiammazione del nervo ottico?

  • L’infiammazione al nervo ottico è una delle cause principali dei disturbi visivi. È un problema che non deve essere in alcun modo trascurato poiché può poi espandersi ad altre parti del visto, causando numerosi fastidi. Tra le più comuni infiammazioni del nervo ottico abbiamo la neurite ottica.

  • Come combattere la cellulite?

  • Durante la stagione invernale è facile dimenticarsi degli inestetismi riguardanti il proprio corpo, grazie anche ad un vestiario abbastanza pesante che ben nasconde i rotolini di troppo. Il problema, però, si ripresenta quando l’estate è alle porte. In ogni caso, sarà opportuno osservare piccoli ma preziosi passaggi per affrontare al meglio il problema della cellulite o dei chili in eccesso.

  • Come prevenire i disturbi uditivi?

  • I disturbi uditivi rappresentano un problema sociale sottovalutato nonostante si stima che interessi più del 10% della popolazione italiana. A differenza di quanto si possa immaginare, sempre di più questo problema coinvolge i giovani.

  • Come smettere di russare?

  • Smettere di russare: si può Smettere di russare: il sogno di tanti partner il cui sonno viene costantemente rovinato dal ronfo del vicino di letto. Russare durante le ore di sonno è una “pratica” molto diffusa, con una percentuale di incidenza soprattutto negli uomini anche se le donne non sono certo immuni da questo fenomeno. A volte può capitare di russare solo in situazioni di particolare stanchezza, ma se invece il fenomeno si ripete di continuo, è bene indagare sulle possibili cause che portano a russare e a cercare il rimedio migliore per cercare di smettere. Russare: le origini del

  • Come eliminare il grasso addominale?

  • Si tratta di un fastidioso problema, fisico ma anche mentale, che in molti cercano di contrastare in vari modi, ma come eliminare il grasso addominale? Le risposte efficaci sono esercizio fisico, alimentazione corretta e stili di vita sani ed equilibrati. Ecco allora qualche consiglio per eliminare il fastidioso grasso dalla pancia colpendo il problema alla radice. C’è chi è particolarmente fortunato e si ritrova con una pancia pressoché piatta. E chi, invece, tutti i giorni è alle prese con attività fisica e sport per cercare di eliminare quella fastidiosa pancetta. Cosa che diventa particolarmente evidente in estate, quando la prova

  • Come smettere di mangiarsi le unghie?

  • Stress e abitudine sono le cause principali che spingono le persone a farlo: ma come smettere di mangiarsi le unghie? Definitivamente. Smettere è possibile, non solo con tanta pazienza e forza di volontà, ma anche con qualche piccolo rimedio e trucco naturale. Ecco allora qualche prezioso consiglio per iniziare a smettere di mangiarsi le unghie. Onicofagia: il vizio di mangiarsi le unghie C’è chi proprio non può farne a meno, perché un’abitudine incondizionata o perché ormai mangiarsi le unghie è diventato un tic nervoso, inevitabilmente associato a periodi di forte tensione. Ma non sempre; c’è chi, infatti, si mangia le

  • Come nascono gli occhiali?

  • I primi occhiali da vista che si potevano indossare risalirebbero al 1284, per invenzione di un italiano chiamato Salvino Darmate, anche se la prima testimonianza di questi oggetti nel mondo della pittura ci viene data dalle opere di Tommaso da Modena nell’opera “Ritratto del Cardinal Hugh de Provence” nell’atto di leggere qualcosa da uno scriptorium, quadro che risale al 1352.

  • Come affrontare emorragie e traumi da incidente stradale?

  • Prestare primo soccorso è un’operazione delicata, tanto più in presenza di evidenti sanguinamenti, fratture e traumi agli arti. Mantenere la calma e sapere come gestire l’emergenza è fondamentale per evitare che le condizioni del ferito peggiorino e possano precipitare, prima dell’arrivo dei mezzi di soccorso medico.