Psicologia - articoli in archivio

  • Come affrontare il cambio di stagione?

  • Il cambio di stagione è per molti sinonimo di malessere e fastidio. L’umore risente di questo cambiamente e soprattutto del passaggio tra l’estate e l’autunno. Se vi sentite stanchi, svogliati e non di buon umore non preoccupatevi perchè si tratta di una reazione normale del vostro corpo e della vostra mente.

  • Che cos’è il bilinguismo?

  • Il bilinguismo consiste semplicemente nella capacità di parlare due lingue. Molto spesso essere bilingue nasce dall’avere genitori di differenti nazionalità o dal vivere in un posto differente da quello in cui si è nati, trasferendosi durante l’infanzia. I fattori che influenzano il bilinguismo sono molti e riguardano soprattutto il tipo e il grado di apprendimento delle due lingue e anche l’utilizzo di esse. Alcuni studi hanno dimostrato che l’essere bilingue porta a un maggiore sviluppo del cervello e delle capacità di apprendimento, tuttavia possono esserci alcuni fattori negativi nel dover confrontarsi con due differenti lingue.

  • Come liberare la mente dai pensieri?

  • La mente tende a trattenere pensieri, informazioni e ricordi di ogni genere, trovandosi molto spesso vittima di un vero e proprio sovraccarico che crea confusione e stanchezza e non permette alla persona di affrontare gli impegni e i momenti di relax nel modo corretto. Liberare la propria mente è un’azione semplice che ci aiuta a riacquistare il giusto equilibrio e trovare serenità per affrontare la vita di tutti i giorni.

  • Cos’è la nostalgia dell’emigrato?

  • La nostalgia è un sentimento che spesso causa tristezza e depressione. I motivi per provare nostalgia sono molti, ma esiste un tipo di nostalgia molto particolare, che è quella che colpisce coloro che scelgono di vivere in un altro paese per motivi differenti. Chi ha già fatto questo tipo di esperienza, conosce questa strana sensazione fatta di ricordi e sofferenza. Molti tra coloro che hanno vissuto per un periodo più o meno lungo in luogo diverso da quello in cui sono nati, proveranno prima o poi la “nostalgia da emigrato”.

  • Come stimolare la creatività

  • Avere l’intuizione giusta, la classica “lampadina” che si accende nel momento in cui bisogna risolvere un problema, è un qualcosa che tutti noi abbiamo sperimentato. Ogni persona ha la capacità di inventare qualcosa di nuovo ed assolutamente originale, di avere un’idea geniale che possa essere redditizia e utile a se stessi e agli altri.

    Naturalmente, per creare qualcosa che abbia successo, è indispensabile stimolare nella maniera più corretta la propria creatività, ossia la capacità del cervello umano di selezionare l’idea giusta tra quelle che vengono elaborate continuamente. Ci sono persone che hanno una creatività più spiccata, e che riescono ad osservare la realtà con occhi diversi, inventando oggetti o metodi che riescono a facilitare la vita di ogni giorno, o anche solo a renderla più divertente. Per inventare qualcosa di innovativo è necessario conoscere bene una determinata questione e studiarla fin nei dettagli.

  • Cosa sono i sogni?

  • Lo studio dei sogni è qualcosa di antico, che negli anni ha interessato molte persone e tutt’ora affascina esperti e non. La domanda più frequente che incuriosisce molti è senza dubbio sul perché si sogna. La straordinaria natura umana, così piena di misteri, ci porta a compiere azioni, difficili da interpretare, che avvengono in modo incondizionato e di cui molto spesso non sappiamo molte.

    Le teorie che riguardano i sogni sono molte, alcune hanno delle basi scientifiche, mentre altre sono il frutto di intuizioni e misticismo. In realtà non si sa con certezza quali siano le motivazioni per cui sogniamo, né tanto meno da dove abbiano origine i sogni.

  • Che cos’è il bipolarismo?

  • Il disturbo bipolare o più semplicemente bipolarismo, anche definito come depressione maniacale, è un disturbo mentale caratterizzato da continui cambiamenti dell’umore, ripetuti episodi di depressione, e almeno un episodio di mania. Il bipolarismo colpisce molte persone in tutto il mondo e in varie fasce di età.

    I dati riguardanti il bipolarismo evidenziano alcune sue caratteristiche debilitanti per la persona. Il bipolarismo è uno tra i cinque problemi che rende disabili le persone nel mondo, e il nono nella classifica dei problemi che causano la morte. Il suicidio così come l’utilizzo di sostanze stupefacenti e anche l’insorgere di altri problemi mentali, è un rischio per chi soffre di questo disturbo. Gli uomini possono incorrere in questo problema molto prima rispetto alle donne.

  • Chi è lo psiconcologo?

  • Ancora rara fino a qualche anno fa, ora questa figura professionale comincia a fare capolino in qualche ospedale italiano. Si tratta di uno psicologo specializzato a trattare con persone malate di tumore, con i familiari e i medici stessi che li stanno curando. La figura dello psiconcologo è nata in America circa venti anni fa, quando è cambiato l’approccio verso il malato di tumore, ovvero si è cominciato a comunicare in maniera chiara e diretta a lui e ai suoi parenti la triste diagnosi che li riguarda.

    In genere si pensa che lo psiconcologo serva solo nel momento in cui il medico comunica al paziente la malattia, ma non è questa l’unica tipologia di intervento che gli si richiede.

  • Che cos’è la schizofrenia?

  • La schizofrenia, è una malattia mentale cronica, difficile e problematica che colpisce un numero non proprio ridotto di persone in tutto il mondo. Si tratta di una malattia psichiatrica che ha effetti sulla persona a tal punto di limitarne l’attività. Alcune ricerche hanno constatato che la schizofrenia colpisce maggiormente gli uomini rispetto alle donne.

    E’ un disturbo mentale psicotico che è caratterizzato da sintomi che si manifestano nel comportamento e nel pensiero dell’individuo e che sono la causa principale dei problemi sociali che derivano da questa difficile malattia.

    I problemi che colpiscono la mente e che nella schizofrenia sono riconducibili alla psicosi, si riscontrano quando i pensieri della persona malata sono completamente lontani dalla realtà e da ciò che lo circonda.

  • In cosa consiste l’ippoterapia?

  • Gli effetti positivi della pet-therapy sono ampiamente riconosciuti in tutto il mondo. Prendersi cura di un animale aiuta a superare i momenti di difficoltà e a migliorare la sensazione di benessere. Se poi l’animale protagonista è il cavallo, gli effetti sono ancora più evidenti. L’ippoterapia è infatti considerata una disciplina efficace e collaudata in grado di favorire il recupero delle proprie forze, sia psicologiche che fisiche. E’ stato infatti dimostrato che questa terapia è particolarmente valida in caso di autismo e disturbi del comportamento. L’ippoterapia è costituita da un insieme di tecniche che, attraverso il rapporto con il cavallo, consente

  • Come si manifesta il disturbo bipolare?

  • In Italia soffre di questo disturbo psichiatrico una persona su due, quindi circa un milione di persone. Un numero alquanto significativo, che ci fa capire quanto sia importante non sottovalutare questa patologia, che invece il più delle volte viene scambiata per una “semplice” depressione. Prima che si arrivi alla diagnosi corretta e alle cure conseguenti del caso spesso passa molto tempo, e questo non fa che aggravare le manifestazioni legate al problema. Il disturbo bipolare è caratterizzato da due fasi o momenti ben distinti: la fase maniacale, che si presenta come un periodo di umore eccessivamente elevato, con episodi di

  • Quali sono i saluti usati nel mondo?

  • Il saluto è una forma di comunicare, di introdurre una persona a un’altra creando un contatto che sebbene sia di una forma momentanea e sporadica, in alcuni casi si trasforma in qualcosa di più permanente stabilendo un vincolo più stretto che in alcuni casi può anche diventare amicizia o amore.

  • Genitori che litigano: esistono conseguenze psicologiche per i bambini?

  • Un’analisi che cerca di mettere in rilievo un problema che, certamente con intensità differenti, riguarda davvero tutti. Come devono comportarsi i genitori? Davvero i bambini dimenticano quello che sentono?

  • Cos’è la Legge di Murphy?

  • La Legge di Murphy viene considerata dagli occidentali come un insieme di detti ironici che descrivono alcuni avvenimenti della vita umana. Tutta questa serie di concetti ha dato vita al pensiero “murphologico”, che si può semplificare con una frase ben precisa: se qualcosa può andare male, lo farà.

  • Quali sono i sintomi della claustrofobia e come si cura?

  • La claustrofobia è una fobia specifica che colpisce diverse persone. Si manifesta come una paura non razionale che si viene a creare in una situazione o una circostanza reale. Una crisi claustrofobica è causata dalla forte paura di rimanere chiusi all’interno di uno spazio circoscritto e ridotto. Questa paura scatena un vero e proprio attacco di ansia.

  • Cos’è la Generazione Y?

  • La definizione Generazione Y, sconosciuta per molte persone, è un termine utilizzato per indicare la generazione creatasi in seguito alla generazione x. Parliamo di tutte quelle persone che sono tra la metà degli anni ’70 e i primi anni del 2000.

  • Cos’è e a che serve la musica da ascensore?

  • Se oggi avete utilizzato un ascensore, per fare shopping in un centro commerciale, o avete chiamato un azienda che vi ha messo in attesa con tanto di musichetta rilassante, avrete ascoltato la musica da ascensore, in inglese ‘ elevator music ’.

    La musica da ascensore è quella che fa da sottofondo in molti luoghi pubblici.

  • Che cos’è la ludopatia?

  • La ludopatia, o gioco d’azzardo patologico (Gap) è una vera e propria patologia, una dipendenza che, stando stando ai dati forniti dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), coinvolge il 3% della popolazione adulta, ovvero un milione e mezzo di italiani.

  • Come affrontare la depressione?

  • La depressione è un male subdolo, è difficile comprenderlo perché non attacca un preciso organo e non ha un virus cui possa essere imputato, tuttavia esso è logorante al pari di tante altre gravi patologie. Occorre comprendere la condizione di disagio, prima che essa raggiunga i suoi stadi estremi. A volte però gli stessi individui tendono a celare la loro condizione, negando e maturando un malessere interiore che esternano di rado.