Disturbi e rimedi naturali - articoli in archivio

  • Aloe Vera: controindicazioni, rischi ed effetti collaterali?

  • Anche se l’Aloe vera è ritenuta una pianta benefica sotto molti punti di vista, vi sono importanti aspetti che riguardano la salute delle persone che non possono essere trascurati. Effetti collaterali e precauzioni d’uso devono quindi essere presi attentamente in considerazione prima di assumere prodotti contenenti Aloe vera, soprattutto nelle persone che soffrono già di problemi di salute.

  • Come curarsi con l’Aloe Vera?

  • Il fatto di curarsi con l’Aloe Vera è un pilastro della tradizione di molte antiche medicine tradizionali e oggi la scienza ci conferma questi dati. E ci spiega perchè. Fra le diverse proprietà che vengono attribuite all’Aloe vera vi sono anche effetti benefici sulla salute dell’apparato respiratorio, digerente e del sistema cardiocircolatorio. Di seguito troverete informazioni su queste tematiche redatte sulla base delle attuali conoscenze medico-scientifiche. Curarsi con l’Aloe Vera: l’apparato respiratorio Nell’Aloe vera sono contenuti metionina e aleomicina, due composti ad azione broncodilatatoria che favoriscono gli scambi di ossigeno e anidride carbonica a livello bronchiale. Inalazioni a base di

  • Quali sono le proprietà dell’Aloe Vera?

  • La medicina alternativa e il settore della cosmesi attingono a piene mani alle proprietà dell’Aloe Vera, che si ritiene eccellenti e benefiche. Oggigiorno, tuttavia, non vi sono sufficienti prove scientifiche che dimostrino l’efficacia dei suoi estratti. Soprattutto per quanto riguarda un aspetto delicato come la cura del cancro. Ma vediamo nel dettaglio lo stato attuale delle conoscenze. Grazie alle proprietà dell’Aloe Vera questa pianta è chiamata ‘pianta del miracolo’ e anche ‘guaritore univerale’ perché riserva infinite sorprese. Già le regine dell’antico Egitto la utilizzavano per conservare la loro bellezza. I duecento tipi di Aloe sono impiegati in tutto il mondo

  • Quali rimedi naturali contro le punture di insetti?

  • Benvenuti nella nostra guida ai rimedi naturali contro le punture di insetti, quantomai utile in primavera e in estate. Molti dei prodotti che abbiamo in casa a portata di mano sono di per se efficaci per combattere il prurito provocato dai morsi di zanzare e di insetti che, durante l’estate, colpiscono soprattutto i più piccoli. Scopriamo insieme quali sono i rimedi contro le punture di zanzare più efficaci. Rimedi naturali contro le punture di insetti I rimedi naturali contro le punture di insetti sono un degli argomenti preferiti da tutti all’arrivo dei primi caldi. Quando arriva la bella stagione si

  • Suffumigi: come curarsi col vapore?

  • Tra gli antichi rimedi naturali sempre in voga, i suffumigi sono quelli più semplici ed allo stesso tempo efficaci. Con un po’ d’acqua calda, bicarbonato, erbe o oli essenziali si possono liberare le vie respiratorie, favorire la guarigione di infezioni a gola e bronchi, alleviare i sintomi dell’asma ed indirettamente… fare un trattamento di bellezza per il viso completamente naturale.

  • Uso del bicarbonato

  • Tra i prodotti naturali più classici ve sono molti che si servono di una polverina bianca dalle diverse proprietà: si tratta del bicarbonato di sodio. Questa sostanza naturale che deriva dall’acido carbonico si trova facilmente in tutti i supermercati ed alimentari, proprio perché le nostre nonne se ne servivano per tanti usi quotidiani. Ecco a voi la guida all’uso del bicarbonato.

  • Come evitare la pancia gonfia?

  • Il rilassante più famoso, la camomilla?

  • Le virtù della camomilla sono note anche ai profani del mondo delle erbe: siamo in presenza del calmante per eccellenza, di un sedativo naturale, di un tranquillizzante infallibile. Mal di stomaco? Una tazza di camomilla distende. Nervoso? Una tazza di camomilla tranquillizza. Difficoltà a prendere sonno? Una tazza di camomilla rilassa. Una sorta di panacea per molti mali, come già testimoniava Ippocrate 500 anni prima di Cristo.           La sua attività sedativa è legata ai flavonoidi, in particolare all’apigenina, che attenua gli spasmi e regala ai fiori il colore giallo. Generalmente la camomilla viene adottata per la proprietà sedativa, ma in realtà