Come tagliarsi i capelli da soli?

Tagliarsi i capelli con metodi fai da si può e a volte è anche un ottimo modo per risparmiare i soldi del parrucchiere, soprattutto se il taglio che volete praticare è di lieve entità. Ma come si procede per tagliarsi i capelli da soli? Quali strumenti servono? Esistono delle tecniche particolari per riuscire nell’impresa senza rovinare la chioma? Vediamo allora come fare.

Come tagliarsi i capelli da soli

Andare dal parrucchiere per avere un bel taglio di capelli è prerogativa tipicamente femminile, ma anche gli uomini devono fare i conti con la propria capigliatura se vogliono avere i capelli a posto e mantenerli ordinati. C’è chi va dal parrucchiere con cadenza settimanale e chi invece considera il parrucchiere come l’ultima spiaggia quando i capelli hanno proprio bisogno di una settimana.

Nel frattempo, è anche possibile fare da soli. Sì, perché, anche se a molti sembrerà un’impresa, tagliarsi i capelli da soli non è poi così impossibile. Certo, per gli uomini l’operazione diventa molto più semplice, mentre le per le donne si complica un po’, ma basta avere una spiccata vena precisa e avere un po’ di pazienza ed ecco che tagliarsi i capelli da soli può diventare anche un’attività casalinga da fare fai da te.

Ovviamente il principio vale solo se avete intenzione di accorciare di poco i capelli o di fare un taglio che nulla a che fare con frange bizzarre e scalature professionali. In questo caso, è sempre meglio affidarsi al parrucchiere: i risultati potrebbero essere disastrosi e potrebbe volerci parecchio tempo perché i capelli ricrescano nel modo corretto. Ma vediamo come procedere. 

Gli strumenti per tagliare i capelli

Per prima cosa è bene partire dagli strumenti che vi serviranno per tagliarvi i capelli da soli. Le forbici sono l’accessorio più importanti ed è bene usare delle forbici adibite solo e soltanto al taglio per i capelli; le forbici usate non vanno assolutamente bene e non permettono tagli precisi e rapidi. Per essere sicuri potete acquistare un paio di forbici da taglio direttamente presso i negozi di rivendita per parrucchieri; i costi sono contenuti e si aggirano intorno ai 15 euro. Badate bene alla misura delle forbici. Devono essere piccole ma non troppo e adattarsi perfettamente alle vostre mani, senza essere d’impiccio.

Poi dovrete procurarvi uno specchio da muro, possibilmente grande, e uno specchio più piccolo, che vi servirà per controllare i dettagli più piccoli soprattutto sul retro della capigliatura e in prossimità della nuca. Uno specchietto di almeno 20X20 cm andrà benissimo.

Il terzo accessorio indispensabile è il pettine, anzi, i pettini. Ve ne servirà uno per a denti larghi per separare i capelli in porzioni divise, mentre l’altro, a denti più sottili, vi servirà per le rifiniture e per sistemare al meglio i capelli portandoli in pari.

Vi servirà poi uno spruzzino da riempire con l’acqua, per inumidire per bene i capelli, e una collezione di mollettoni per capelli di varie grandezze; questi piccoli accessori sono indispensabili per dividere le ciocche, separarle e fissarle al meglio mentre vi dedicate al taglio di un’altra porzione di capelli.

Infine, non dimenticate di procurarvi una mantellina di plastica e delle t-shirt che non vi servono più da utilizzare come indumento; se siete alle prime armi con il taglio fai da te dei capelli, è sempre bene non utilizzare la propria maglia preferita. E se avete i capelli neri, evitate di fare tono su tono con la maglietta: il colore nero vi confonderà inutilmente le idee e sbagliare sarà più facile.

La tecnica base per tagliare i capelli

Esiste una regola base per tagliarsi i capelli da soli, qualunque sia la lunghezza e il taglio che desiderate. Il primo trucco è procedere sempre con i capelli bagnati; in questo modo la capigliatura si uniforma e perde le sue caratteristiche naturali, riccia, mossa o liscia.

Si inizia sempre per via simmetrica, disegnando una riga al mezzo della capigliatura, e per ogni singola ciocca di capelli in base al taglio che dovete fare. Il segreto è controllare sempre la linea naso-mento, proprio come procederebbe un parrucchiere professionista.

I capelli devono sempre essere divisi per sezioni, soprattutto se la capigliatura è lunga e folta. Afferrate una porzione di capelli, tenetela ferma tra indice e medio, e fate scorrere il dito lungo i capelli fino a raggiungere il punto in cui volete iniziare a tagliare. I capelli, ricordate, non devono essere annodati o asciutti: si procede sempre con i capelli bagnati e ben pettinati.

Ricordatevi sempre che i capelli, una volta asciutti, risulteranno più corti rispetto a come si presentano da bagnati, quindi è sempre meglio tagliare di meno che ritrovarsi ad avere i capelli molto più corti rispetto al previsto. Nel caso in cui i capelli risultino ancora troppo corti potete correre ai ripari, ma se li avete tagliati troppo corti non potrete più fare nulla.

Tagliarsi i capelli con le clip

In commercio esistono anche particolari kit che contengono diverse clip, di lunghezze differenti, che servono a tagliare i capelli di una certa lunghezza in modo preciso ed efficiente senza dover ricorrere al parrucchiere. Il funzionamento di questo strumento è molto semplice e rappresenta il metodo ideale se non ve la sentite di mettere mano alla vostra capigliatura usano le forbici a mani nude.

Il kit si compone di due strumenti; una clip più piccola per i capelli corti e la frangia e una clip più grande per i capelli più lunghi. Basta posizionare ogni clip all’altezza esatta dei capelli nel punto in cui si vuole tagliare e procedere con la forbice seguendo la linea tracciata dalla clip.
Tagliarsi i capelli con il regola-capelli elettrico

Se invece decidete di tagliarvi i capelli con il regola-capelli, diventa tutto più semplice. Per gli uomini, il regola-capelli è un modo semplice e veloce per accorciare la chioma all’occorrenza oppure per fare un taglio rasato, ma anche per le donne questo strumento può essere molto utile per sistemare la frangia o una parte della capigliatura.

Il regola-capelli è uno strumento di piccole dimensioni e poco ingombrante, che potete comprate nei negozi specializzati o anche on line, che vi permette di scegliere prima di procedere quale lunghezza preferite, impostare il taglio e procedere in totale sicurezza; in questo modo l’errore si riduce a zero perché tutto quello che dovrete fare è semplicemente passare il taglia-capelli nelle zone desiderate.

Oltre allo strumento, anche in questo caso, vi servirà una mantellina e uno specchio, o due specchi, ancora meglio. In questo modo potrete guardarvi nella parte anteriore e in quella posteriore nel corso del lavoro e apportare qualsiasi modifica nel caso in cui il risultato non vi piaccia. Vi serviranno poi un paio di forbici per rifinire eventuali dettagli finali e una buona spazzolina per pulire le testine quando avrete finito di usare il taglia-capelli oppure in corso d’opera.

Quando avrete raccolto tutto il materiale necessario, potete procedere.

Per prima cosa lavate accuratamente i capelli e asciugateli perfettamente. Procedere con la capigliatura asciutta è fondamentale e molto importante; se, come abbiamo detto prima, per tagliare i capelli in versione fai da te con la forbice la condizione principale è lavorare sulla capigliatura bagnata per rendere la chioma uniforme e più facilmente lavorabile, lo stesso, ma al contrario vale per il taglia-capelli: l’apparecchio è elettrico e si usa solo e soltanto sulla capigliatura asciutta.

Inoltre, se volete procedere con una rasatura, il risultato sarà nettamente migliore se i capelli sono asciutti. Detto questo, per iniziare a tagliare i capelli, gli specchi dovranno essere posizionati uno davanti e uno dietro in modo tale da poter avere una visuale nitida e perfetta di quella che è la rasatura, sia nella parte anteriore, sia nella parte posteriore in prossimità della nuca.

Prima di attivare il taglia-capelli è necessario decidere quale taglio desiderate. Ogni taglia-capelli, anche se molto varia in base al modello scelto, è fornito di testine diverse e pettini differenti che si possono sostituire alle lame già esistenti in modo tale da ottenere tagli di grandezza e lunghezza diverse. In linee generali, minore è la distanza che intercorre tra le due testine e più corto sarà il taglio che otterrete.

Questo significa che, in caso di acconciatura rasata, la distanza tra le due testine sarà praticamente nulla. Prima di procedere con il taglio, se preferite, potete anche lubrificare le testine con qualche goccia di liquido specifico che serve a ottimizzare il taglio e la potenza delle lame. Fatto questo, potete iniziare.

La mano che tiene il taglia-capelli deve essere ferma e stabile. Cercate di fare dei movimenti decisi come se, idealmente, si debba seguire una linea retta: è importante procedere in modo omogeneo e non tralasciare nessuna zona per evitare incongruenze. Inizialmente i risultati potrebbero non essere quelli sperati, ma questa è una situazione molto comune: si impara sempre dall’esperienza e provando e riprovando riuscirete con il tempo a ottenere il risultato sperato. All’inizio, quando ancora siete alle prime armi con il taglia-capelli, cercate di inserire delle testine più larghe per effettuare delle prove e, quando sarete più esperti e avrete preso la mano, procedete pure con tagli più decisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *