Meglio la scopa elettrica o l’aspirapolvere?

Quando ci troviamo davanti al problema di dover acquistare un nuovo aspirapolvere, il dilemma sorge spontaneo: scopa elettrica o aspirapolvere a traino? Le risposte possono essere molteplici in quanto entrambi gli elettrodomestici presentano caratteristiche e vantaggi/svantaggi diversi.

Vantaggi dell’aspirapolvere a traino

L’aspirapolvere a traino è forse più ingombrante  e pesante, e inoltre è vincolata dal filo della corrente; esso però presenta anche notevoli vantaggi:

  • può essere utilizzato senza paura che finisca il tempo di ricarica delle batterie
  • ha un filtro per raccogliere la polvere più capiente
  • può possedere una potenza di aspirazione maggiore
  • può possedere un filtro per l’acqua e aspirare così anche i liquidi
  • è solitamente dotato di diversi accessori e bocchette per aspirare diverse superfici, tra cui divani, tappeti, etc.

Vantaggi della scopa elettrica

La scopa elettrica può avere tre svantaggi:

  • la durata della batteria potrebbe essere limitata
  • se al posto della batteria c’è il cavo, la scopa rimane vincolata a quest’ultimo
  • solitamento non ha il filtro dell’acqua per aspirare i liquidi.

La scopa elettrica però presenta sicuri vantaggi:

  • è leggera e maneggevole
  • può avere il filtro lavabile, quindi non necessita di sacco intercambiabile
  • con la batteria ricaricabile non è vincolata al filo della corrente
  • può possedere un aspirapolvere più piccolo, integrato (delle dimensioni di un aspirabriciole), da utilizzare in modo maneggevole e funzionale su superfici quali divani, mensole, etc.

Quando è consigliabile la scopa elettrica e quando l’aspirapolvere

La scopa elettrica è consigliabile per superfici non molto estese, che si sporcano poco e che sono facili da pulire.

L’aspirapolvere a traino è invece più indicata per grandi superfici da pulire e per uno sporco anche molto ostinato.

I due apparecchi possono anche convivere nello stesso appartamento: l’uno per le pulizia quotidiane, più leggere, l’altro per quelle più approfondite.

Una risposta

  1. angela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *