Quali sono gli elementi portanti delle tende da sole?

Le tende da sole devono rispondere a caratteristiche di funzionalità, resistenza ed estetica. Eco perché è importante saper valutare bene tutti gli elementi che la compongono, magari facendosi aiutare e consigliare da esperti del settore.

Tessuti per tende da sole: il materiale fa la differenza

Le tende da sole (http://btgroup.it/tende-da-sole/) hanno la funzione di proteggere dai raggi solari e questo può dipendere anche dal colore del tessuto dei teli o dal materiale di cui essi sono composti. Sono da evitare i colori troppo scuri, perché malgrado facciano passare una minor quantità di lue solare, i colori scuri attirano i raggi del sole provocando una maggiore intensità di caldo. Per quanto riguarda la trama del tessuto, quanto essa più è spessa tanto più efficace sarà la protezione: un tessuto di eccellente qualità bloccherà 80/90% dei raggi solari. Anche l’assorbimento del calore è diverso da tessuto a tessuto: un tessuto sintetico trattiene maggiormente i raggi solari e questo comporterà meno calore e, se vogliamo, anche un risparmio di energia: meno calore meno condizionatori in funzione!

Tessuti : scegliere tra cotone, acrilico e pvc

Scegliere i tessuti per le tende da sole non è una scelta da poco: meglio farsi consigliare da specialisti che sapranno indicare le caratteristiche di ogni prodotto e aiutare nella scelta. E’ bene sapere che le fibre naturali sono quelle che più facilmente si deteriorano a contatto con gli agenti atmosferici; sono più soggette a muffa e scolorimento. Al contrario le fibre acriliche sono più difficilmente alterabili e poco soggette a muffe, strappi, usura nel tempo. Le fibre acriliche sono trattate in modo da essere idrorepellenti con tutti i benefici che ciò comporta. A queste due opzioni si aggiunge una terza ed è quella di utilizzare il PVC per il telo.

Bisogna tener presente che le tende da sole, proprio per la loro funzione di riparare dai raggi UV  sono installate all’aperto: sulle facciate per riparare finestre e vetrate, sui balconi e terrazzi per ottenere ombra piacevole, in giardino per avere uno spazio all’aperto vivibile, e che quindi sono esposte all’aria aperta per 24 ore al giorno nella stagione estiva; questo le più facilmente aggredibili da agenti esterni anche non naturali come l’inquinamento atmosferico.

Gli elementi strutturali

Un altro elemento da conoscere bene è quello strutturale, cioè il telaio. Esso è la struttura portante della tenda da sole ed è composto da tubolari per reggere la tenda, guide per lo scorrimento, agganci e supporti per il montaggio a terra. In genere i materiali di cui essi sono composti sono  l’alluminio, il legno trattato adeguatamente e l’acciaio. Se la struttura portante è ben installata la tenda da sole avrà la stabilità necessaria per reggere  a lungo, anche in presenza, ad esempio, di giornate ventose. Tutti gli elementi devono essere trattati adeguatamente per essere esposti agli agenti atmosferici e ogni ingranaggio deve funzionare perfettamente.

Una componente più o meno facoltativa delle tende da sole è il cassonetto. Facoltativo perché non necessario alla funzionalità della tenda stessa, ma che riveste la sua importanza nel tempo. Il cassonetto è una scatola entro cui viene riavvolta la tenda quando è chiusa: non serve al funzionamento, ma protegge adeguatamente il telo. E questo nel tempo potrebbe rappresentare la differenza di un telo in perfette condizioni o da sostituire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *