Perchè le batterie dell’auto si scaricano?

Una componente dell’auto ce la ricordiamo solamente in una situazione per noi negativa: ovvero quando si scarica, e l’auto non si accende più. È un avvenimento spiacevole, che accade almeno una volta nella vita dell’automobile, e purtroppo inevitabile. Ma perché si scaricano? Scopritelo leggendo!

perchè le batterie dell'auto si scaricano

Questione di tempo

Prima o poi succede a tutti: siamo usciti a cena, abbiamo tranquillamente preso la nostra automobile, sempre tranquillamente l’abbiamo parcheggiata, ci siamo divertiti mangiando e bevendo in buona compagnia ma nel momento di ripartire la macchina non si accende.

È la (tragica) situazione che segnala che la batteria dell’auto si è scaricata. Un imprevisto che si presenta sempre nei momenti meno opportuni – come, del resto, tutti gli imprevisti – e capita a tutti, presentando scocciature su scocciature. E le noie aumentano quando la macchina non parte, la batteria è scarica e noi non abbiamo l’attrezzatura per farla partire immediatamente (uno su tutti, l’avviatore).

Le batterie per auto possono scaricarsi per diversi motivi. Prima di tutto le classiche distrazioni involontarie ma incoscienti di noi proprietari, che spesso lasciamo accese le luci diurne o “di posizione” o i faretti interni dell’abitacolo. Ma può scaricarsi anche per cause esterne al nostro comportamento incauto, la più frequente delle quali è il cambio repentino della temperatura dato in inverno dalle ondate di gelo e in estate da quelle di caldo, soprattutto se la macchina sta spenta e ferma per periodi lunghi come una settimana, e capita a chi magari si reca al lavoro con i mezzi e usa l’automobile solo nel weekend.

Se succede solo una volta, in un caso isolato, non è in problema. Ma se questa situazione si ripresenta, allora l’auto vi sta mandando dei segnali: è ora di cambiare batteria!

Come funziona?

È bene precisare che qui non si sta parlando delle batterie agli ioni di litio che consentono il movimento delle automobili elettriche e che sono diverse. Qua si intendono quelle batterie per auto a motore termico, di cui gestiscono la componente elettronica.

In breve e in maniera semplice, la batteria è composta generalmente da piombo e acido solforico e lavorano per accumulazione di elettricità. Avviene poi una reazione chimica che fa insorgere un tensione tra l’elettrolito e le piastre negative e positive (tale tensione nelle batterie attualmente in commercio è 2 volt a cella. Le celle sono in tutto 6, per cui l’energia complessiva si aggira a circa 12 volt). Questo innesco tra i poli positivi e quelli negativi porta, quindi, elettricità e quando il motore si accende, queste continue cariche e scariche fanno sì che l’accumulatore perda la sua carica. Quando però l’auto è in modo senza accessori accesi (quindi a radio spenta), è l’alternatore ad alimentare la batteria che, attraversata da corrente, si ricarica.

I problemi sorgono quando le piastre di piombo della batteria per auto iniziano a somigliarsi chimicamente portando ad un abbassamento della tensione. Per rimediare, tendenzialmente si può ricaricare la batteria che torna ad avere il suo corretto funzionamento. Le ricariche sono innumerevoli, e terminano solamente quando il prodotto è ormai usurato al 100%.

Manutenzione

La cosa migliore da fare per prevenire le situazioni spiacevoli descritte all’inizio, ovvero sulla completa scarica delle batterie per auto, è controllarne lo stato ogni tanto. Ci sono anche dei segnali che possono mettervi sull’attenti, come per esempio un affaticamento dell’auto nel momento dell’accensione. Per capirne lo stato, misurate la tensione con il voltmetro o andando in officine specializzate. Essa deve attestarsi intono ai 12-12,4 volt: se è inferiore, è il momento di cambiarla.

Se non sapete a chi rivolgervi, il consiglio è MTR batterie (www.mtrbatterie.it), un produttore che crea batterie per auto e moto di ogni genere e per ogni tipologia di veicolo. Per informazioni e approfondimenti e per capire qual è la batteria migliore per il vostro veicolo, navigate sul sito sopraindicato e non esitate a contattarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.