Legni da fairway

Legni da fairway, caratteristiche principali con dettagli tecnici che aiutano a comprendere meglio la dinamica del bastone e il suo impiego.

Legni da fairway

Contenuti della guida:

Legni da fairway

Un legno 3 standard ha un’inclinazione di 15°, ma ci sono anche modelli con loft 13° e 14°, e altri di 16°. Dipende dal mercato a cui ci si rivolge e dal peso del bastone. Ad esempio, se un legno 3 é pensato per un principiante, il suo scopo sarà quello di creare altezza, dunque il loft di 15° o 16°. Al contrario, un bastone per il mercato dei giocatori con handicap basso, avrà un loft di 13° o 14°, dovuto alla grande velocità della testa che ha come risultato più rotazione e un volo più alto: la diminuzione di 1° o 2° consente alla palla di non essere sparata in aria e di afflosciarsi a terra.

Le opzioni di loft non sono così tante per i legni 5 e 7, usati dai neofiti. Oggi per fare la stessa distanza, si usano i ferri lunghi e gli ibridi, per cui questi legni non risultano molto popolari e per questo sono meno venduti dei 3. Ciò nonostante, hanno un design rassicurante e una forma con molto loft sembra più semplice da colpire. Il principio è lo stesso dei legni da fairway con più loft: lo scopo è colpire la palla da terra in modo pulito, e c’è tutto il loft necessario per colpire in alto.

Siccome sono pensati per coprire una certa distanza, non serve molta rotazione nel colpo. Come gli altri bastoni, anche i legni da fairway se hanno più loft garantiscono un maggiore controllo e sono più corti. La differenza di lunghezza tra l’uno e l’altro é di 2,5 cm, ma può cambiare a seconda del produttore.

Come suggerisce il nome, vanno usati sul fairway, ma si ottengono buoni risultati anche dal rough; quelli con un loft maggiore coprono una buona distanza soprattutto sui terreni accidentati.

Shaft

Gli shaft dei legni da fairway, soprattutto quelli per ladies e senior, di solito sono realizzati in grafite perché più leggeri e aiutano ad aumentare velocità e distanza. Alcuni  golfisti, invece, preferiscono l’acciaio per ottenere un maggior controllo sul bastone e contenere i costi.

Prima dei moderni bastoni da fairway con testa in acciaio, i legni erano molto più popolari, ed esistevano molte varietà in commercio. Per un golfista era normale avere in sacca tutti i legni dall’1al 7, con una differenza di 13 mm tra uno e l’altro. Quando venne introdotta la regola di poter portare un massimo di 14 bastoni nella sacca, non rimase più molto spazio, così alcuni giocatori si abituarono a colpire con i legni pari 2, 4 e 6 e altri con quelli dispari (3, 5. 7 e 9), che rimasero a lungo i preferiti. Tutti avevano già un driver: aggiungere un legno 2 significava avere due mazze che coprivano distanze simili. In linea di massima, oggi tutte le aziende hanno una gamma di bastoni che comprende un driver e i legni 3, 5 e 7, con una differenza di 2,5 cm in lunghezza l’uno dall’altro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *