Cosa sono i sogni?

Lo studio dei sogni è qualcosa di antico, che negli anni ha interessato molte persone e tutt’ora affascina esperti e non. La domanda più frequente che incuriosisce molti è senza dubbio sul perché si sogna. La straordinaria natura umana, così piena di misteri, ci porta a compiere azioni, difficili da interpretare, che avvengono in modo incondizionato e di cui molto spesso non sappiamo molte.

Le teorie che riguardano i sogni sono molte, alcune hanno delle basi scientifiche, mentre altre sono il frutto di intuizioni e misticismo. In realtà non si sa con certezza quali siano le motivazioni per cui sogniamo, né tanto meno da dove abbiano origine i sogni.

Il sogno è ovviamente legato all’azione di dormire e più precisamente alla fase REM. Mentre si sogna la persona è in grado di percepire immagini e anche suoni che sembrano reali. La parola “sogno” deriva dal termine latino “somnium”,che deriva a sua volta dal termine latino “ypnos” che significa sonno, e questo dimostra da quanto tempo l’uomo è interessato a questo aspetto del sonno così naturale, ma così misterioso.

Da sempre si tenta di capire, spiegare, e interpretare i sogni, ma in realtà gli studi non riescono a dare delle risposte certe a queste domande. Tutti sognano, visto che si tratta di un normale processo che fa parte del ciclo del sonno, ma molti non sanno esattamente quali sono le dinamiche che caratterizzano i sogni. Ogni individuo spende molto tempo della sua vita non solo dormendo, ma sognando; si tratta infatti, di una durata totale di  circa sei anni.

Le teorie legate ai sogni sono molte. Alcune di esse hanno delle spiegazioni scientifiche, mentre altre nascono da credenze varie, e dalla necessità di trovare una valida spiegazione a le ante domande che ci poniamo riguardo al sognare. Vediamo quindi quali sono le teorie più comuni che tentano di spiegare e descrivere i sogni e il sognare.

Rilassamento psicologico

Gli incubi, che sono dei sogni dal carattere poco piacevole, sono ritenuti un tentativo di combattere le paure, misto a quello di rilassare la pressione psicologica. In linea con questa teoria, alcuni credono che sognare aiuti le persone a restare lucide e svolgere al meglio le proprie attività durante la giornata, considerando che l’assenza di sonno è molto spesso uno dei sintomi dei disturbi mentali. Sempre in base a quanto detto sopra alcuni atteggiamenti psicotici possono essere il frutto di una mancanza generale di sonno, e quindi di una scarsa possibilità di sognare.

Maggiori Capacità di Apprendimento

Una teoria molto diffusa è quella che ritiene che i sogni aiutino a aumentare le capacità di apprendimento, e anche di offrire soluzioni ai problemi che il sognatore deve affrontare nella vita reale. Alcuni studi hanno dimostrato che i ragazzi e gli adulti, sognano meno rispetto ai neonati e ai bambini, questo farebbe pensare che, uno degli scopi del sogno sia quello di aumentare la capacità di imparare e di acquisire nuove informazioni.

L’aspetto spirituale

Alcune persone credono che sognare possa fornire una guida spirituale che ci conduce attraverso il nostro inconscio. In questo caso i sogni vengono analizzati da un punto di vista mistico e non scientifico. Per molte persone i sogni hanno infatti un carattere misterioso e sconosciuto, alcune volte addirittura religioso e strettamente legato alla spiritualità. Questa teoria ritiene che sognare permetta di accedere a poteri extrasensoriali e altre dimensioni. Molte religioni fanno riferimento al sognare come a un qualcosa di divino.

Fonte di ispirazione

 I sogni possono rappresentare una grande risorsa creativa. Molte persone hanno dichiarato di raccogliere le proprie idee mentre sognano, in una sorta di illuminazione che permette di aumentare la propria creatività.

Premonizioni

Molte persone sostengono che i sogni offrano una visione del futuro,una sorta di finestra aperta su quello che accadrà. Scientificamente questa teoria non può essere in alcun modo provata. Molte persone che dicono di aver avuto dei sogni profetici, non sono in grado di spiegare esattamente l’avvenimento e molto spesso riescono solo successivamente a fare dei collegamenti con gli avvenimenti che si presentano.

La frequenza dei sogni

Durante la fase REM, una persona può arrivare a sognare da3 a4 volte. Ogni periodo della fase REM è più corto di quella successive, e l’episodio finale ha di solito una durata di 45 minuti. I sogni sembrano presentarsi con maggiore frequenza quando la durata del sonno è breve. Coloro che soffrono di insonnia, sembra abbiano maggiori  possibilità di sognare, ovviamente quando riescono a dormire.

Controllare i sogni

Sembra sia possibile influenzare i sogni. Coloro che desiderano farlo, devono controllare i propri pensieri prima di dormire. Alcune persone riescono attraverso questo processo a creare dei sogni in base ai loro pensieri. Si tratta di una pratica che non ha dimostrazioni scientifiche di alcun tipo, e per tanto possiamo dire che il controllo completo dei sogni, non è in alcun modo possibile.

 

 

2 Commenti

  1. Sognipedia
  2. Ilaria Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *