Cosa sono gli EP?

Attualmente il mercato discografico è necessariamente più variegato che in passato. Esso incontra un pubblico maggiore ed alle diverse esigenze deve essere in grado di rivolgersi.


Sempre più spesso si sente parlare in quest’ambito di EP, ma altrettanto spesso il pubblico non sa bene di che si tratti. Questo è un prodotto a cui le persone sono ancora poco abituate, ma che probabilmente continuerà sempre più a diffondersi e con la quale gli acquirenti impareranno a convivere (cosa che già in passato hanno dimostrato di saper fare in tempi relativamente brevi).

Innanzitutto occorre chiarire di che si tratta per non trovarci sorpresi e confusi di fronte alle nuove vetrine dei negozi di cd o per non rimanere delusi al momento dell’acquisto.

È erroneo tentare di riconoscere un album da un EP basandosi sul prezzo, giacché esistono album che costano meno d’un EP. Questo è il caso di prodotti discografici usciti alcuni anni fa e messi in offerta speciale. Per assurdo potremmo quindi acquistare meno tracce musicali ad un prezzo maggiore.

Tuttavia, possiamo determinare una definizione di EP: esso è un supporto musicale la cui durata sia superiore ad un singolo ma inferiore ad un album, una sorta di via di mezzo quindi.

Il termine fu coniato in relazione ai dischi in vinile, oramai passati in disuso e manovrati solamente da cultori e collezionisti. La definizione EP nel caso del vinile si riferiva ai 45 giri, mentre per i 33 giri era prevista una denominazione differente quale Q Disc.

La nomenclatura era precisa e si riferiva direttamente al numero delle tracce:

-Si parlava di minialbum per dischi con 5 tracce o poco più;

-Con 3 tracce si realizzava un disco tris a 45 giri;

Il caso dell’EP ha una struttura meno rigida, generalmente orientata attorno a una decina di tracce.

Il prezzo può risultare abbastanza elevano per EP particolarmente sponsorizzati e si tratta sicuramente d’una scelta discografica particolarmente pensata. Tuttavia ciò non esclude che valga sempre la pena, qualora possibile e qualora se ne abbia voglia, di spendere per il proprio artista preferito. Generalmente vengono realizzati EP per gli artisti esordienti o per delle anteprime di produzioni che verranno messe in commercio per esteso solo in seguito. Questo tipo di scelta discografia è diffusa già da alcuni anni e sono sempre meno sporadici gli artisti, anche molto affermati, che scelgono di proporre questa alternativa ai propri fans.


Una risposta

  1. italo degli gnocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.