Come si fa a rinnovare una Postepay in scadenza?

La Postepay è la carta prepagata, ricaricabile, tra le più utilizzate in Italia. E’ una carta che ha una scadenza da tenere d’occhio, quando la data di scadenza è prossima di due mesi è il momento di mobilitarsi per il suo rinnovo. Sostanzialmente si procede alla segnalazione che la carta è in scadenza, si richiede una nuova tessera e – quand’essa è stata ricevuta – si deve attivare la nuova tessera.



postepay

Rinnovare una Postepay in scadenza

La procedura è più semplice di quanto si possa immaginare, ma richiede un po’ di pazienza. E’ bene appuntare sul calendario la data di scadenza della Postepay, segnando due mesi prima di tale data un appunto che ricordi la necessità di richiedere quella nuova.

Il numero da chiamare è l’800 00 33 22 dove una voce registrata guida l’utente nel processo di rinnovo.

I tasti da premere sono 1 (accesso alla sezione privati), 2 (Postepay e servizi relativi alle carte), 1 (Postepay) ed infine 1 (Richiesta nuova Postepay, per questo passaggio attendere che la voce registrata termini di parlare).

Il rinnovo sarà fattibile se la tessera scade nei successivi 2 mesi o se è già scaduta (da non più di 12 mesi).

A questo punto sarà necessario digitare le 16 cifre della carta e la data di nascita (in formato GG MM AA, dunque per esempio 31 01 2013). successivamente, per confermare quanto digitato si dovrà premere 1 e di nuovo 1 per confermare l’indirizzo di spedizione.

la nuova tessera arriverà al recapito stabilito entro e non oltre 45 giorni dalla telefonata di richiesta, in modo del tutto gratuito. Con una spedizione separata (per motivi di sicurezza) si riceverà anche il nuovo pin).

Ricevuta la tessera vi è, come accennato, la necessità di attivarla. La vecchia carta Postepay è ancora necessaria. Si telefona nuovamente al numero verde 800 00 33 22, premendo 1 (sezione privati), 2 (Postepay e altre carte), 1 (Postepay), 2 (attivazione nuova carta, bisogna – anche in questo caso – attendere che si concluda la voce registrata).

Verrà richiesto di digitare le 16 cifre della vecchia carta, la data di nascita dell’intestatario, le 16 cifre della nuova carta,  1 (per accettazione del contratto) e ancora 1 per conferma.

A questo punto la nuova carta sarà attiva ed avrà durata di 7 anni. Procedimento completato perfettamente e senza mettere piede alle Poste! Nessuna fila è necessaria per rinnovare la Postepay, solo un po’ di pazienza al telefono, ma è una cosa da farsi una volta dopo tanti anni di utilizzo, tutto sommato ragionevole.

Prima dell’attivazione della nuova tessera, la Postepay è completamente utilizzabile ed i fondi perfettamente fruibili.

La pagina ufficiale di Poste Italiane da consultare per qualsiasi informazione o aggiornamento è http://www.poste.it/bancoposta/cartedipagamento/rinnovi_postepay.html .



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Questo articolo ha 8 commenti

  • lollofa scrive:

    LA MIA SCADE 11/13 LA PROCEDURA AUTOMATICA NON FUNZIONA. PENSAVO VALESSE ENTRO 2 MESI DALLA SCADENZA E 12 OLTRE LA SCADENZA. A QUANTO PARE NON è COSì.

  • Serafino scrive:

    Ho cercato di rinnovarla,al punto “cambio indirizzo”,dopo mezz’ora di musichetta (distorta),ho desistito:la svuoterò e restituirò.
    Saluti

  • Gualtiero scrive:

    E’ una seccatura, fatta per fare tribolare la gente. Non mi è mai successo con altre carte tutto questo tira e molla di telefonate e digitazioni. Il doversi preoccupare di date di scadenza.

  • filippo scrive:

    A quanto, pare, la sequenza dei numeri non è più quella, dopo una mezz’ora attaccato al telefonino e sentito tutte le loro tiritere, all’Ufficio informazioni mi hanno detto che la sequenza esatta è 1-1-3. Così ho fatto, resta da dire che è una gran rottura di palle, come mai per le altre carte di credito tutte queste operazioni non sono necessarie, forse perchè non sono italiane, mentre postepay è italiana e lo si vede: come complicare le cose semplici, come sempre, e rompere le palle all’utente, che giustamente medita di non voler avere più nulla a che fare con loro.

  • salatt scrive:

    Il nuovo codice è arrivato subito (in una settimana),
    mentre sto ancora aspettando la fiammante plastica gialla da quasi 2 mesi.
    Che efficienza ………

  • Viky scrive:

    La carta non può essere rinnovata prima di 2 mesi dalla scadenza.
    Quindi se scade a Luglio potete richiedere il rinnovo dal 1 giugno.
    La richiesta può essere fatta anche entro i 12 mesi dopo la scadenza ma in quel periodo la vecchia carta non funzionerà. E’ un’opzione per i distratti o i superimpegnati.
    Potete rinnovarla andando alle poste e ripagando 5 euro, oppure telefonando al numero 800.00.22.33
    Le voci registrate non sono molto chiare ad indicare la strada da seguire, quindi vi indico subito la sequenza da usare per non sbagliare:
    1-1-3-1
    vi verrà chiesto di digitare il numero della carta e poi la vs data di nascita nella forma ggmmaa
    Vi verrà anche chesto di digitare 1 per confermare che volete ricevere la nuova carta all’indirizzo registrato presso le poste.
    FINITOOO!!!
    Ora però, quando vi arriverà la carta a casa (2 buste diverse: una per la carta ed una per il PIN) dovrete richiamare l’800.00.22.33 e digitare la sequenza
    1-1-3-2
    per attivare la carta.
    Molti si lamentano che la nuova carta arriva con ritardi inaccettabili inficiando per diverso tempo la funzionalità della vs vecchia carta che nel frattempo è scaduta e quindi inutilizzabile…
    incrociate le dita oppure non usate la procedura telefonica e andate alla posta per il rinnovo.
    cIAO
    Viky

  • luigi scrive:

    il codice pin e arrivato in poco tempo ma la carta non e arrivata ancora come fare visto che la carta vecchia mi e scaduta il 06\14

  • stefano scrive:

    pin e carta arrivata ma è impossibile attivarla perchè il risponditore, facendo l’esatta sequenza, ti mette in attesa decine di minuti……….scandaloso!!!!!!!
    sono giorni che provo e rompo le palle a tutti gli operatori di altri servizi che, candidamente, mi dicono che non possono fare niente.

Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.