Come misurare la febbre ai bambini?

Il neonato è molto delicato e quasi si ha “timore” a toccarlo. Quando sopraggiunge la febbre, il timore aumenta, soprattutto se il bimbo è ancora piccolo e non si sa come misurarla. Da premettere, in ogni caso, che la febbre altro non è che l’innalzamento della temperatura corporea e non deve preoccupare assolutamente, e a meno che non subentrino complicazioni. Ma in che modo misurare la febbre? Qual’è il metodo più sicuro?

Misurare la febbre ai bambini con il termometro

Oggi vi sono tantissimi tipi di termometro e di conseguenza diverse modalità di misurazione. Gli esperti del settore, con i pediatri in prima linea, confermano che il metodo più preciso è quello della misurazione rettale. Metodo semplice, sicuro e soprattutto veloce…Aggettivi che per un neonato sono davvero importanti.

misurare la febbre ai bambini

Acquistabile in ogni farmacia, il termometro rettale si infila nel culetto del bebè, tenendo le gambine in alto. Basta un minuto per visualizzare la temperatura. Da tenere presente, comunque, che la temperatura corporea interna è sempre maggiore di 0,5°C, pertanto la temperatura del bambino sarà quella che vedrete meno lo 0,5°C.

Misurare la febbre ai bambini con metodi più moderni

Fermo restando che il metodo rettale sia quello più sicuro, oggi in commercio troviamo diversi tipi di termometro. Quando il bambino sarà grandicello, difficilmente vorrà farsi misurare la temperatura col metodo rettale. Ed ecco, quindi, che entrano in gioco le altre tipologie di termometri e metodi annessi. Tra i termometri digitali vi sono quelli auricolari e frontali.

Entrambi molto semplici da utilizzare, sono composti da un display digitale. Per quanto riguarda il primo tipo, si infila la punta del termometro nell’orecchio mentre il secondo si appoggia sulla fronte. Appena il termometro avrà raggiunto la temperatura emetterà un “bip”. A questo punto si potrà togliere e visualizzare la temperatura. Nel caso della temperatura auricolare, trattandosi di temperatura interna come nel caso della misurazione rettale, occorre togliere dalla temperatura ottenuta 0,5°C, in quanto all’interno la temperatura è sempre maggiore.

Misurare la febbre ai bambini con altri termometri

Per misurare la febbre ai bambini più grandicelli, segnaliamo anche il metodo orale, in cui basta appoggiare la punta del termometro sulla lingua e dopo pochi istanti ci sarà il risultato. Molto importante con questo metodo, non dare niente da mangiare o da bere prima di misurare la temperatura orale, in quanto “corpi estranei” potrebbero alterare la temperatura.

L’altro metodo di misurazione è il classico ascellare. In questo caso, bisogna mettere la punta del termometro sotto l’ascella del bimbo e farlo stare fermo per 5 minuti, il tempo necessario affinché la temperatura salga.

Se volete conoscere la storia del termometro, chi l’ha inventato e modificato, le scale di misura universali, quelle utilizzate un tempo e quelle utilizzate oggi, e altre curiosità, potete consultare il seguente link: http://www.guidaconsumatore.com/bambini/termometro.html



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.