Com’è fatta una mazza da golf?

Ogni mazza da golf si divide in tre parti: testa. shaft e grip, disponibili in materiali diversi. Scopriamo, nel dettaglio, com’è fatta una mazza da golf.

Com’è fatta una mazza da golf

Contenuti della guida:

Testa

Una decina di anni fa la maggior parte dei driver aveva la testa in acciaio. Oggi quasi tutte le aziende le producono sia in titanio che in un composto titanio/grafite, e in vari modelli. Scopriamo in dettaglio com’è fatta una mazza da golf.

Le teste dei legni da fairway sono in acciaio, per ragioni di costo e perché sarebbe inutile produrli con una testa più grande; quelle dei ferri generalmente in acciaio, titanio e perfino in alluminio. I pochi fabbricanti di ferri con la testa in titanio lo fanno a prezzi esorbitanti; alcuni usano sia acciaio che titanio, impiegando quest ultimo sulla faccia e sfruttandone la resistenza per vendere di più. I ferri in alluminio hanno vita breve, perché il materiale è debole e non sopporta un uso continuato, ma restano una valida opzione a basso costo per i principianti. Le teste dei ferri in acciaio variano, e la qualità del materiale dipende dal fatto che siano forgiate o stampate. Nel corso degli anni per i wedge sono state utilizzate le più diverse varietà di acciaio, per aumentare la sensazione di gioco e lo spin; acciaio forgiato, rame, cromo e lega di rame, zinco e alluminio e una finitura ruggine sono i materiali e le finiture disponibili attualmente. I putter della Ping sono i più Conosciuti ai mondo: acciaio, rame, titanio e tungsteno sono solo una selezione dei metalli usati per produrli.

Shaft

Nei driver e nei legni da fairway gli shaft di solito sono in grafite. Molti giocatori, tuttavia, usano ancora shaft in acciaio, scelta più pesante e perciò meno saggia.

I ferri, i wedge e i putter sono generalmente in acciaio; esistono anche shaft in grafite, preteriti dai giocatori meno dotati.

Grip

Quasi tutti i grip oggi sono in gomma; quelli in pelle esistono ancora, ma costano il doppio e durano la metà. La scelta è molto ampia: i fabbricanti ne offrono due o tre modelli, ma se il giocatore trova qualcosa di più adatto a sé, possono inviare i bastoni senza grip, per modificarli secondo necessità. La misura del grip è importante, e in commercio si trovano spessori diversi: sottili per le mani più piccole, più spessi per quelle di dimensioni maggiori. Ci sono poi quelli da donna, da uomo, e gli oversize. Se c’è bisogno di una piccola modifica, si può apporre del nastro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *