Cani Cavalier King Charles Spaniel: di cosa hanno bisogno?

Oggi tutti li chiamano semplicemente Cavalier, ma il loro nome completo racchiude una grande storia: cani Cavalier King Charles Spaniel, ovvero gli spaniel di re Carlo. All’inizio degli anni 90’ del secolo scorso, questa razza ha cominciato a farsi conoscere ed apprezzare anche in Italia, segnando una lenta ma costante crescita.

Cani Cavalier King Charles Spaniel: la storia

Nel 1992, infatti, i cani iscritti alla federazione erano 394; dieci anni dopo sono diventati quasi 1400. La Francia è il paese, dove in assoluto, di privilegia il Cavalier come cane da compagnia, con un numero impressionante di quasi 7000 iscrizioni all’anno.

Il Cavalier King Charles Spaniel ha un carattere eccezionale, ma proprio perché è un cane facilmente plasmabile occorre fare molta attenzione alla sua provenienza: infatti, se dal 40° al 120° giorno di vita, il cucciolo viene separato dalla mamma e cresciuto in ambienti chiusi, privi di contatti con l’esterno può insorgere in uno stato maniacale-ansioso.

Cani Cavalier King Charles Spaniel

E’ difficile trovare un difetto nei cani di questa razza: sono sempre allegri, festosi, felici di vivere e possiedono uno sguardo pieno di dolcezza che, però, non va mai fraintesa per arrendevolezza. In famiglia questo cucciolo è affettuoso con tutti ma è anche un cane molto sensibile che si rende conto quando la sua presenza è di troppo.

E’ un cane che, se da un lato è felice di accompagnare il suo padrone ovunque, dall’altro non disdegna gli agi. Pur essendo un eccellente segnalatore, grazie ai suoi sensi sempre in allarme, abbaia solo quando è necessario e lo fa a gran voce rispetto ai cani delle sue stesse dimensioni, dando l’impressione a chi dovesse sentirlo, di avere a che fare con un cane di taglia più grande. E’ un cane particolarmente adatto a chi non ha mai avuto cani in passato: non è aggressivo né mordace con i bambini, ma è facile da gestire e non è litigioso con gli altri animali.

Cure ed attenzioni necessarie per i Cani Cavalier King

I cani Cavalier King Charles Spaniel sono cani da compagnia e, come tale, non sono indipendenti o solitari e non possono essere lasciati solo troppo a lungo ma hanno bisogno della vicinanza con il loro padrone. E’ una razza che va particolarmente seguita in giovane età e che necessita di avere una figura cui fare costante riferimento. Particolare cura va riservata agli occhi che, pur essendo sporgenti sono particolarmente grandi e possono irritarsi in giornate di vento.

Anche il pelo è delicato e va spazzolato regolarmente soprattutto dove è frangiato e anche sui piedi che vanno sempre liberati dal pelo in eccesso. Essendo di tessitura setosa, il pelo patisce lo smog cittadino e andrebbe lavato molto spesso utilizzando shampoo nutrienti. Anche le orecchie sono molto delicate, vanno pulite e controllate regolarmente ed è importante fare attenzione ai forasacchi, ossia i componenti della spiga che, quando si seccano, si staccano al pelo e hanno la capacità di avanzare e di conficcarsi nella pelle e, dopo averla perforata, continuano il loro percorso all’interno dell’animale.

Nonostante le dimensioni, il Cavalier è un atleta: se non si ha tempo e voglia di fare lunghe passeggiate con lui, si può sfruttare il suo innato istinto per il riporto con una pallina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *