Arredo giardino: come scegliere la migliore seduta outdoor?

L’estate è quasi alle porte e il caldo inizia a farsi sentire. Quale rimedio migliore se non rilassarsi sotto l’ombra fresca di una fitta vegetazione dondolandosi su un’amaca o una sedia sospesa? Queste particolari tipologie di sedute fanno parte di quei complementi d’arredo adatti a regalare momenti di benessere assoluto. L’amaca, ad esempio, ha una storia antica alle spalle risalente al 1400, epoca in cui si verificarono grandi scoperte geografiche. Oltre all’America, Cristoforo Colombo rimase colpito anche dal modo in cui dormivano quelle tribù di quelle terre sconosciute, ossia sospesi su delle reti in mezzo agli alberi, e fu così

Realizzazione Piccoli Giardini Crea Giardino Come Realizzare con Immagini Giardini Piccoli – Olen.info

L’estate è quasi alle porte e il caldo inizia a farsi sentire. Quale rimedio migliore se non rilassarsi sotto l’ombra fresca di una fitta vegetazione dondolandosi su un’amaca o una sedia sospesa?

Queste particolari tipologie di sedute fanno parte di quei complementi d’arredo adatti a regalare momenti di benessere assoluto. L’amaca, ad esempio, ha una storia antica alle spalle risalente al 1400, epoca in cui si verificarono grandi scoperte geografiche. Oltre all’America, Cristoforo Colombo rimase colpito anche dal modo in cui dormivano quelle tribù di quelle terre sconosciute, ossia sospesi su delle reti in mezzo agli alberi, e fu così che esportò questo “concetto” anche nei paesi europei.

L’amaca, una rete in cordura agganciata in due punti fissi, fu particolarmente apprezzata dai marinai del tempo che la adottarono per rilassarsi e riposare in totale tranquillità, anziché dormire sui pavimenti scomodi delle imbarcazioni. Da quel momento in poi, l’amaca prese il sopravvento tra la maggior parte della gente, rivelandosi un ottimo “strumento” per rigenerarsi e ritrovare il buon umore. Col passare degli anni, anche la tecnica costruttiva dell’amaca è stata migliorata con la possibilità di scelta tra la versione classica e quella autoportante. Quest’ultima non ha bisogno di essere agganciata a pareti o alberi, in quanto ha una propria base di appoggio che può essere in alluminio, in legno in carbonio o in diverse leghe metalliche idonee a sostenere pesi di una certa portata (anche più di una persona).

Il perfetto arredo giardino con l’amaca autoportante!

L’amaca autoportante, rispetto a quella classica, si rivela molto più versatile e pratica nel suo utilizzo grazie alla sua installazione in qualsiasi tipo di ambiente, anche in spazi non molto grandi. L’unica nota dolente, probabilmente, riguarda il suo montaggio piuttosto complicato che deve essere eseguito in maniera scrupolosa per evitare spiacevoli incovenienti. La versione classica, invece, necessità di spazi ben calibrati (sia esterni che interni) per essere agganciata perfettamente a due pali o alberi tramite corde e appositi ganci.

Inutile dire che la qualità gioca un ruolo di primo piano nell’acquisto di un’amaca. Meglio non farsi “ingannare” dai prezzi troppo bassi, a meno che non si tratti di merce in saldo, pezzi unici o modelli appartenenti a collezioni passate. I materiali scadenti pregiudicano la longevità del prodotto comportando un’ulteriore spesa per l’acquisto di uno nuovo. Percio, meglio affidarsi a grandi catene di negozi o a portali online sicuri, come luxurygarden.it che assicurano la propria merce con regolare garanzia del produttore, oltre a fornire un ampio catalogo di arredamento outdoor per tutti i gusti e le esigenze della clientela.

Prima di procedere con l’acquisto di un’amaca è opportuno valutare le sue dimensioni e quelle relative all’ambiente a disposizione in cui verrà installata. In base alle misure, si potrà procedere con la scelta optando per quelle lunghe fino a 4 metri e che hanno una capienza maggiore per far accomodare tranquillamente più di una persona. Infine, un altro fattore da non sottovalutare è il peso dell’amaca: se molto pesante sarà complesso spostarla da un ambiente all’altro oppure poco pratica da portare con sé durante un viaggio.

Quali sono i materiali migliori per l’amaca?

La possibilità di scelta dei materiali non è infinita e sono pochi quelli idonei a mantenere ben salda la struttura e il telaio di un’amaca. In ogni caso, gli esperti del settore sono sempre più inclini al legno, grazie alle sue efficienti e benefiche proprietà.

Luxury garden, tra i suoi complementi d’arredo giardino, propone un’elegante amaca in legno massello indonesiano, mod. Keruing Chariza, lunga circa 3,20 metri, con telaio sottoposto a un trattamento con un olio particolare per evitare marcescenza e scolorimenti nel tempo. D’altronde, sono due gli aspetti da tenere in considerazione: la struttura e il materiale con cui è realizzato il telo (a scelta tra cotone, canapa, iuta o fibre sintetiche). Le amache di Luxury garden rispecchiano perfettamente tutti gli standard qualitativi e costruttivi all’insegna del massimo comfort e benessere per l’individuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.