Angel sound fetal doppler: che cos’è e a cosa serve?

La gravidanza rappresenta uno dei momenti più belli ed emozionanti nel corso della vita di una donna. Le emozioni di gioia e felicità si alternano repentinamente a quelle di ansia, tristezza e paura. Durante i nove mesi di attesa, si sa, gli ormoni della futura mamma sono “a mille” e tenere sotto controllo i repentini sbalzi d’umore a volte risulta difficile. Tra i momenti più emozionanti che capita di vivere in gravidanza, sicuramente c’è quello dell’ecografia. L’eco in effetti, rappresenta il primo vero contatto visivo tra mamma e bambino. La percezione non solo tattile ma anche visivo-sensoriale del bimbo in grembo, genera nella futura mamma un turbinio di emozioni forti e intense. L’ecografia, inoltre, rappresenta anche per il papà un momento di forte condivisione di emozioni insieme alla futura mamma.

angel sound

Che cos’è Angel sound?

Ecco perchè molte donne aspettano con ansia il momento dell’ecografia e vivono in trepidante attesa ogni successivo appuntamento dal medico finalizzato a quel contatto visivo e sensoriale con il proprio bambino. Per venire incontro a questo desiderio – sempre più comune e crescente nelle donne in gravidanza, l’azienda americana Jumper ha brevettato e messo in produzione un geniale dispositivo – non medico ma semplicemente elettronico – che serve proprio a mettere in contatto la mamma – ma anche il papà, per la verità – con il bimbo che si culla nel grembo materno.

Questo dispositivo si chiama Angel Sound Fetal Doppler e – come si intuisce già dal nome – il meccanismo che ne regola il funzionamento di base è quello di un “Doppler”, ossia di un rilevatore di tipo domestico che è in grado di captare il battito cardiaco del nascituro. Angel Sound Fetal Doppler, quindi, è un dispositivo non medico ma di tipo elettronico che rappresenta un piccolo rilevatore cardiaco, molto simile a quello che viene utilizzato dalle ostetriche durante le visite mediche che si effettuano regolarmente in gravidanza. Angel sound, tuttavia, è un rilevatore in formato-mini che pertanto non sostituisce in alcun modo la visita medica di routine a cui ci si sottopone una o più volte al mese durante la gravidanza.

Proprio perchè è un “mini-rilevatore, Angel Sound Fetal Doppler non rappresenta un pericolo nè per la mamma nè per il bambino, ma va comunque utilizzato con cautela, e soprattutto senza stress da parte della futura mamma. Gli specialisti ne consigliano l’uso tra la 12 e la 20 settimana di gravidanza, momento in cui il dispositivo può raccogliere con maggiore precisione e frequenza il battito cardiaco del bambino. L’emozione che si prova nel riviere l’emozione del battito cardiaco del piccolo in ambiente domestico è, se possibile, anche maggiore rispetto a quella che si vive quando ci si sottopone ad una tradizionale ecografia.

Come funziona AngelSounds?

In termini pratici, Angel Sound non è altro che un dispositivo elettronico che capta il battito cardiaco del piccolo attraverso l’emissione di onde a bassissima frequenza (che proprio per la loro debole forza sono assolutamente innocue per il bimbo). Utilizzare Angel Sound inoltre è piuttosto semplice: ogni confezione è dotata del dispositivo, del gel, delle cuffie e anche di un cd mediante cui è possibile collegare Angel Sound al proprio pc ed ascoltare in maniera ancora più amplificata – quindi mediante l’ausilio di casse da pc – il battito del piccolo. La prima cosa da fare, quindi è aprire il gel e passarlo sul pancione; dopodichè si accende Angelsound e ci si mette le cuffiette alle orecchie. Tutto è pronto a questo punto per godersi lo spettacolo. E’ bene ricordare, però che gli specialisti consigliano un uso intelligente di Angel sound: non più di 2-3 volte al giorno per una durata massima di 10 minuti. Angel sound, in effetti, nasce come sussidio e aiuto per i futuri genitori e non deve assolutamente diventare motivo di ansia o di stress.

Insomma, se utilizzando Angelsound dovesse capitarvi di non captare immediatamente il battito cardiaco del vostro piccolo, niente paura! E’ assolutamente normale ed è preferibile evitare qualsiasi stato d’ansia o di stress. Bisogna tenere sempre a mente, in effetti, che ogni gravidanza è una storia a sè per cui se in alcuni casi Angeldounds funziona in maniera ottimale tra la dodicesima e la ventesima settimana di gravidanza, in altri è possibile rilevare il battito anche nelle primissime settimane di attesa. Quel che conta è assicurarsi sempre e comunque l’acquisto di un dispositivo originale e non duplicato. L’angelsound originale Jumper è un prodotto a Marchio CE, quindi riconosciuto ed approvato dalla comunità europea. In questo senso, è fondamentale che sulla scatola sia riportato il famoso bollino. In caso contrario diffidate dall’acquisto. Noi vi consigliamo questo sito, ricco di informazioni sull’uso di angel sound è assolutamente attendibile: http://www.angel-sound.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.